L’ex hotel “San Marco” tra i 45 luoghi da salvare per “Italia Nostra”

L’albergo dove alloggiava Giuseppe Verdi fa parte della “Lista Rossa” dell’associazione Italia Nostra

Confedilizia Notizie, il notiziario nazionale diretto da Corrado Sforza Fogliani, pubblica la “Lista Rossa” che evidenzia la necessità del recupero del patrimonio storico e culturale italiano. Tra i 45 luoghi che necessitano di attenzione e cura è indicato il nostro ex Hotel San Marco che viene così descritto: “Le caratteristiche architettoniche di questo edificio residenziale sono di assoluto pregio; la pensilina in ferro battuto e lo scalone interno, sono a rischio di scomparsa per l’incuria, nonostante il provvedimento di tutela della Soprintendenza su alcune parti dell’edificio. L’edificio, nel cuore cittadino, tra le piazze Cavalli e Cittadella, vide tra i suoi ospiti Giuseppe Verdi e può trovare la destinazione ideale in un museo dedicato al musicista, che in provincia di Piacenza, a Sant’Agata, scelse di vivere. Purtroppo l’edificio è stato messo in vendita, anche se le aste finora sono andate deserte. Italia Nostra Piacenza, insieme ad un comitato cittadino, intende sensibilizzare l’opinione pubblica sull’opportunità culturale e turistica che un museo verdiano potrebbe rivestire”.

L’edificio tra XVIII e XIX secolo, apparteneva al Capitolo della Collegiata di San Gervaso, che lo aveva adibito a sede dell’Osteria di San Marco. Gli anni migliori furono però quelli tra Ottocento e Novecento. Nel 1835 il nuovo proprietario Francesco Dosi fece rifare la facciata che fu sopralzata nel 1827 quando l’albergo era divenuto il più elegante della città. Nel 1905 periodo in cui anche a Piacenza stava prendendo piede lo stile Liberty in architettura, l’ingresso fu abbellito con la pensilina di ferro battuto, elegante e leggera, decorata con girasoli e motivi vegetali stilizzati, e fu costruito lo scalone interno accompagnato da una ringhiera lineare e sinuosa nello stesso stile. Il palazzo, divenne poi di proprietà del Comune e la generazione pre-guerra e fino agli anni Sessanta del secolo scorso, hanno avuto occasione di frequentare l’interno quando i bambini vi entravano per farsi praticare le vaccinazioni d’obbligo, poiché era sede dell’Ufficio d’Igiene, oppure fino alle ultime decadi del secolo scorso per pagare multe e sanzioni, nel periodo in cui ospitava il Comando dei Vigili urbani. Da anni l’edificio è di proprietà per 2/3 della Ausl e 1/3 del Comune.

Il palazzo rientra nel circuito dei luoghi verdiani, poiché, durante i suoi viaggi tra Milano e Genova, Giuseppe Verdi amava soggiornare presso l’Albergo San Marco dove sembra si fosse fatto riservare un piccolo appartamento. Di solito lo faceva in segreto, in modo da poter compiere le sue visite in tutta tranquillità, ma spesso la notizia trapelava: da Libertà del 31 marzo 1897:

Il maestro Verdi fu ieri qui di passaggio. Giungeva da Sant'Agata alla nostra stazione, in un coupé di l° classe, col treno delle 9,15; erano a riceverlo il Prefetto, col segretario di Prefettura; il sindaco di Sant'Agata. Si faceva quindi condurre in vettura al San Marco (ove occupava il suo solito elegante appartamentino del primo piano) e prima delle 11 fu in visita dal Prefetto, ove trattenervisi a lungo. Rientrato in albergo per un breve dejuner, alle 13 con una vettura di piazza si dirigeva alla Stazione dove ripartiva alla volta di Milano. L'illustre maestro presentava un aspetto florido, forte, sebbene dallo scorso anno un po' cadente: gli occhi sempre vivacissimi e brillanti; vestiva in nero, col tradizionale cappellone a larghe falde. Anche alla stazione venne salutato affettuosamente da molte persone.

Da alcuni anni un comitato cittadino è impegnato nel portare all’attenzione pubblica la necessità di tutela e riutilizzo di questo immobile, che mantiene un innegabile valore storico e artistico, ma continua a rimanere abbandonato all’usura del tempo.

Un approfondimento: https://www.ilpiacenza.it/cronaca/l-idea-un-museo-dedicato-a-verdi-nell-albergo-san-marco.htmlalbergo san marco Verdieum-2.jpg

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento