rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Attualità

L’ex ragazza del "Piper" Patty Pravo incanta Palazzo Farnese

“Estate Farnese”, tutto esaurito per il concerto della cantante veneziana. Rossi (coop. Fedro): «La prossima Amministrazione deve continuare a valorizzare questo luogo»

A Piacenza non veniva dal 2008: bisognava assolutamente mettere una pezza. Così la cooperativa “Fedro”, nell’ambito degli eventi di “Estate Farnese”, la rassegna del Comune di Piacenza che offre una lunga serie di eventi culturali in città, ha riportato Patty Pravo a cantare nella nostra città. Nicoletta Strambelli, questo il suo vero nome, ha incantato i piacentini che hanno partecipato, il 22 giugno, nella corte di Palazzo Farnese, al suo concerto.

L’ingresso sul palco della cantante veneziana, con la delicata “Se perdo te”, ha fatto da preludio ad una serie di omaggi rivolti agli amici: ha interpretato “Poesia” di Riccardo Cocciante, “Le mie mani su di te” di Antonello Venditti, più “Les etrangers”. Il conduttore Rai Pino Strabioli, tra una canzone e l’altra, scavava nel passato e nei ricordi di una vita di una delle più grandi icone della musica italiana (e non solo). L’incontro con Lucio Dalla, le amicizie che hanno scandito la sua carriera professionale e le sue anticonvenzionali scelte discografiche. Il suo arrivo a Roma, gli esordi al “Piper”, le nottate in giro per la città. «Camminavo scalza - ha detto la cantante - scrivevo le canzoni di notte, seduta sulla fontana di Trevi. Si rimaneva lì fino al mattino presto. Qualche volta usciva di casa Giulio Andreotti per andare a messa alla mattina presto: ci veniva a chiedere di fargli sentire le composizioni di quella notte». 

E poi, tutti a cantare le «canzoni manifesto», come “Ragazzo triste”, “Il paradiso”, “Bambola” («ha venduto 49 milioni di dischi nel mondo considerando tutte le versioni»). I piacentini si scatenano - ma tanti fans venivano da ogni parte d'Italia - i cori per “Nicoletta” si sono susseguiti. E ancora, l’indimenticabile “Pazza Idea”. “E dimmi che non vuoi morire” che ha scritto per lei Vasco Rossi («Vasco è Patty Pravo al maschile e viceversa», ha detto). Alla fine l’ex ragazza del Piper si commiata con “Pensiero stupendo”. I piacentini sono stufi di rimanere seduti al proprio posto e cercano di avvicinarla sotto al palco per cantare tutti insieme un’altra “bandiera” della sua lunghissima discografia. 

Soddisfatti gli organizzatori. «Con gli eventi di Estate Farnese – ha detto l’assessore alla cultura Jonathan Papamarenghi – ridiamo dignità a questo luogo all’aperto: Palazzo Farnese deve diventare la cittadella delle arti e delle culture». Davide Rossi, presidente della cooperativa Fedro, ha lanciato il suo auspicio. «Ringrazio Papamarenghi, spero che la prossima Amministrazione, qualunque essa sia, prosegua nella valorizzazione di Palazzo Farnese, è la strada giusta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’ex ragazza del "Piper" Patty Pravo incanta Palazzo Farnese

IlPiacenza è in caricamento