rotate-mobile
Attualità

La città alle prese con il ghiaccio: «l'elettur al g'ha un difett, al vuriss tütt quant parfett»

Ernesto Colombani prova a raccontare il sentimento dei piacentini in questi giorni di fine 2020, con la città alle prese con neve e ghiaccio

Avvis al manuvratur (Ernesto Colombani)

Gh'è un appält fatt par pudä

e un appält fatt par spalä.

Tucca po al manuvratur,

cuntrullä chi fa al laur.

Vëd se tütt ha fatt con smält,

chi ha vinsì al noss appält.

Ävma vist anca cull d'l'erba

e dill büs che i vegn' a bärba...

Ma i prublema i vann a co,

an i'enn mia di revulò.

In dill fotu la brüttisia,

na spunzgnäda d'una bisia.   

Ma vöt mëtt che a i'elezion,

oh Signur! Ag sia 'l stramlòn?

L'elettur al g'ha un difett,

al vuriss tütt quant parfett.

Tütt da frëssa ma fatt bein,

sennò al tacca a fä al s'ciümlein.

Al culur dal noss Cumöin,

dal cilest al sa fa bröin.

Culur fucsia, co' un po' ad rüzna,

tütt summä al sarà sfrüsna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città alle prese con il ghiaccio: «l'elettur al g'ha un difett, al vuriss tütt quant parfett»

IlPiacenza è in caricamento