"La febbre, uno dei più efficaci meccanismi di difesa contro le infezioni”. Il convegno in streaming

Il tema è stato affrontato da Milena Simeoni - ideatrice del progetto SALUS e direttrice didattica della Scuola di Naturopatia LUMEN e dal dr. Alberto Donzelli - medico esperto di sanità pubblica e membro del comitato scientifico della Fondazione Allineare Sanità e Salute – nel convegno in diretta streaming organizzato dalla Lumen di S. Pietro in Cerro in collaborazione con l’Ufficio di Rappresentanza del Parlamento Europeo di Milano.

L'apertura dei lavori è stata introdotta da un video messaggio inviato da Eleonora Evi, la deputata che per prima ha sostenuto la proposta Salus nel Parlamento Europeo e che riveste il ruolo di presidente dell'Interest group SALUS nato a dicembre 2019 a Strasburgo cui hanno aderito ad oggi sette eurodeputati di diverse nazioni e gruppi politici: Eleonora Evi (NA), Patrizia Toia (S&D), Rosa D’Amato (NA), Mara Bizzotto (ID), Carlo Fidanza (ECR), Sirpa Pietikainen (EPP) e Tilly Metz (Greens).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L'aumento dell'empowerment (processo attraverso il quale le persone acquisiscono maggiore controllo sulle decisioni e le azioni che riguardano la loro salute n.d.r.)” ha detto Milena Simeoni “fa un'importante differenza sull'acquisizione di sani stili di vita che possono ridurre la percentuale di infezioni e la loro gravità”. “Oltre allo stile di vita, riacquisire familiarità con la febbre è una forma di empowerment molto importante” ha proseguito nel suo dettagliato intervento “che rappresenta un grande strumento nell’eliminazione di virus indesiderati". “Un motivo di ansia e frustrazione della popolazione deriva dal senso di impotenza” - ha detto Alberto Donzelli -  oltre alla doverosa adesione al distanziamento sociale richiesto dalle autorità sanitarie, si pensa di non poter fare altro che affidarsi e sperare. Invece con il nuovo Coronavirus, come con altri germi patogeni, chiunque può mettere in atto azioni chiave”. “Possiamo ridurre la carica infettante, così che le infezioni, spesso inevitabili, non si trasformino in malattie; “possiamo potenziare le nostre difese con stili di vita salutari, molto spesso più potenti dei farmaci nel prevenire le malattie e nel superarle con successo, anche in tarda età e inoltre, se si manifestano malattie infettive respiratorie, possiamo lasciar lavorare le difese che l’evoluzione ci ha consegnato, a partire dalla febbre”. Il convegno è stato il primo di cinque appuntamenti di InfoSALUS: un ciclo di incontri informativi su salute, sostenibilità ambientale e sani stili di vita organizzato da LUMEN, associazione di promozione sociale di San Pietro in Cerro in qualità di ente capofila della Rete Europea SALUS. Sono attualmente 29 le organizzazioni provenienti da 10 paesi europei che hanno aderito alla Rete Europea SALUS. Promuovere sani stili di vita e diffondere la loro efficacia sulla salute umana, ambientale, animale e sociale, è l’obiettivo delle conferenze programmate fino a luglio 2020 al Palazzo delle Stelline di Milano, con cadenza mensile.  Il prossimo convegno è programmato il 16 aprile con il tema “Antibioticoresistenza: cosa puoi fare per prevenirla?”  Relatori: il dr. Alberto Donzelli, Milena Simeoni e il dr. Giuseppe Miserotti, segretario organizzativo ISDE - Medici per l’ambiente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento