rotate-mobile
Martedì, 5 Marzo 2024
Il cammino / Calendasco

La pioggia non ferma i pellegrini della via Francigena

Il fascino del cammino storico e religioso non ha confini e non viene ostacolato dal maltempo

Se il vecchio “Dio pluvio” ha ridato grinta e forza al Grande Fiume, che ormai è fortemente rigonfio di buona acqua, tanto attesa, il tempo instabile di pioggia non ferma il passaggio dei pellegrini francigeni. Con il Po navigabilissimo, continuano i trasbordi da Corte Sant’Andrea verso la sponda emiliana, al Guado di Sigerico, di gruppi di pellegrini. Nonostante il freddo e la pioggia, ne abbiamo incontrati alcuni lungo il tratto della Via Francigena che dall’argine porta verso Calendasco. Sono un italiano, due irlandesi e addirittura due australiani: il fascino del “cammino storico-religioso” non ha confini, e per questi esperti camminatori qualche giornata di pioggia non va certo a interromperne il “diario di viaggio”.

Equipaggiati e ben ricoperti da giacche impermeabili e copri-zaino plastici, questi sorridenti pellegrini transitano lenti e decisi, verso Piacenza, dove faranno tappa giornaliera per poi proseguire domani per Fiorenzuola. Sotto ad una pioggia fredda e battente, si schierano con lo sfondo grigio del Po, cordialissimi per una foto ricordo. Qualcuno di loro si fermerà a Lucca, altri arriveranno a Roma.

Umberto Battini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La pioggia non ferma i pellegrini della via Francigena

IlPiacenza è in caricamento