La rete del teleriscaldamento arriva anche in via Cremona

Proseguono i lavori per l'ampliamento della rete del teleriscaldamento: a partire dal prossimo 5 luglio e fino al 30 agosto avverrà la posa delle tubazioni coibentate in Via Cremona

Proseguono i lavori per l'ampliamento della rete del teleriscaldamento: a partire dal prossimo 5 luglio e fino al 30 agosto avverrà la posa delle tubazioni coibentate in Via Cremona. Nella area interessata verrà istituito il senso unico di circolazione. Anche in Via Cavour (da Via Bacciocchi a Via Roma) e per un periodo più limitato (dal 9 luglio al 10 agosto) verranno effettuati lavori per lo sviluppo della rete di distribuzione: pure in questo caso verrà istituito il senso unico di circolazione. Grazie all'estendimento delle dorsali, verranno collegati alla rete 100 nuovi edifici e spenti altrettanti camini delle caldaie attualmente in funzione; le nuove tubazioni avranno una lunghezza di circa 10 km; verranno raddoppiate le volumetrie attualmente servite che passeranno da uno a due milioni di metri cubi. Altri 10.000 piacentini potranno usufruire del servizio, e si andranno ad aggiungere agli altrettanti 10.000 già serviti oggi dai 20 chilometri di rete esistenti. Non solo, lo sviluppo del servizio contribuirà alla riduzione dell’impatto derivante dal riscaldamento urbano: si risparmieranno 6.400 tonnellate ogni anno di CO2 5,3 tonnellate di ossidi di azoto: per fare un esempio, è come se venissero evitate le emissioni di tremila auto in circolazione a Piacenza. Ciò avverrà grazie ad una rete alimentata da più fonti di calore che verrà recuperato dalla produzione di energia elettrica (Centrale Levante) o dalla termovalorizzazione (Borgoforte), consentendo di sfruttare razionalmente il calore prodotto da fonte cogenerativa e di ridurre l'impiego della centrale di integrazione di via Diete di Roncaglia. Questi i numeri dell'investimento che Iren prevede di sostenere nei prossimi anni per lo sviluppo del progetto, che è dell’ordine di 10 milioni di euro e rappresenta anche un concreto apporto all’occupazione diretta e indiretta sul territorio.

Lavori in corso, dal 5 luglio via Cremona chiusa per il traffico in uscita dalla città

Per consentire la prosecuzione dei lavori inerenti alla rete del teleriscaldamento, giunti nella fase di raccordo della linea da via Pindemonte a via Colombo, dalle ore 7 di giovedì 5 luglio sino alle 24 del 30 agosto saranno istituite alcune limitazioni al traffico. E’ infatti previsto lo scavo con attraversamento del viadotto ferroviario di via Cremona, con restringimenti di carreggiata intorno alle rotatorie di via Colombo – via Panini e via Pindemonte – via Caorsana, nonché sul tratto sopralevato di via Cremona, interessato da uno scavo che occuperà parte della corsia Sud-Est, con conseguente inibizione della circolazione in uscita dalla città. Su tutta l’area di sviluppo del cantiere, sarà istituito il limite massimo di velocità di 30 km orari e il divieto di sorpasso. In via Cremona sarà vietata la circolazione sulla corsia Est, con istituzione del senso unico di marcia sulla corsia Ovest, da via Caorsana verso via Colombo. Contestualmente, sarà in vigore il divieto di sosta con rimozione forzata su entrambi i lati della carreggiata, delimitati dall’apposita segnaletica. I veicoli provenienti da via Dionigi Carli, giunti all’intersezione con via Cremona avranno l’obbligo di svolta a destra verso via Colombo. I mezzi percorrenti la rotatoria tra le vie Colombo, Panini, Emilia Parmense e Cremona non potranno svoltare verso quest’ultima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento