Martedì, 16 Luglio 2024
L'appello ai cittadini

Dalla nebbia al "nevone" dell'85, la storia del clima piacentino in un libro: «Cerchiamo foto significative»

L’appello della Società Meteorologica Italiana e Opera Pia Alberoni ai piacentini e ai fotografi in vista del libro sulla storia del clima piacentino: oltre duecento anni di osservazioni iniziate nel 1802

È ormai in fase avanzata la scrittura del libro dedicato alla storia del clima piacentino che lo staff scientifico della Società Meteorologica Italiana, presieduta da Luca Mercalli, sta redigendo in collaborazione con Opera Pia Alberoni, a partire dalla digitalizzazione di tutti i dati meteo registrati, raccolti e custoditi dall’Osservatorio Meteorologico del Collegio Alberoni, del quale Luca Mercalli ha la direzione scientifica. Il volume, che farà parte della collana “Memorie dell’atmosfera”, curata dallo stesso Mercalli, costituirà una vera e propria storia del clima della città di Piacenza e dei suoi cambiamenti letta e ricostruita a partire proprio dal ricchissimo archivio alberoniano di dati meteo: oltre duecento anni di osservazioni iniziate nel 1802 e diventate continuative nel 1871. Si tratta pertanto di un progetto editoriale estremamente importante, in un momento nel quale l’attenzione ai cambiamenti climatici in corso è in continua crescita.

Tutte le fotografie del clima in città: un appello ai piacentini

Per poter perfezionare e completare il volume in preparazione Luca Mercalli e il suo staff hanno deciso di coinvolgere la città di Piacenza facendo appello a tutti i cittadini perché ricerchino nei loro album fotografici o nelle cartelle più recenti di foto digitali le immagini eventualmente realizzate di fenomeni atmosferici occorsi in città e nei dintorni nelle annate più recenti e nei decenni passati (sotto l'elenco degli eventi atmosferici significativi). Chi avesse scatti significativi di fenomeni climatici è pertanto invitato a metterle a disposizione: sarebbero particolarmente interessanti le foto del nevone e del gelo del 1985, di nevicate di anni anche precedenti, di piene, inondazioni, effetti di temporali e grandinate, di viste nebbiose, di alberate nella magia della galaverna o di paesaggi sotto il sole spietato dell’estate, non esiti a consegnarle o a inviarle.

Sarebbero preziose anche immagini di fontane gelate, candelotti di ghiaccio, paesaggi innevati e gelati, vie cittadine con neve alta. Molto preziose anche le foto storiche di eventi atmosferici occorsi nella prima metà del secolo scorso. 

Le foto digitali (possibilmente alla risoluzione originale o comunque massima possibile, e in formato jpg) potranno essere inviate al seguente indirizzo mail: redazione@nimbus.it. Dovranno essere corredate da nome e cognome dell’autore, dalla descrizione del soggetto fotografato, da luogo e la data, e da recapito dell’autore o proprietario dello scatto. Le foto stampate potranno essere consegnate presso gli uffici dell’Opera Pia Alberoni perché si proceda alla loro digitalizzazione, al termine della quale verranno restituite. (Contattare Opera Pia Alberoni, via X giugno, 3 – telefono: 0523322635 – 3494575709 – uffici@operapiaalberoni.it ).

Le fotografie più significative e funzionali alla redazione del libro saranno pubblicate nel volume in preparazione, con citazione di autore, data e descrizione del soggetto. Le fotografie che non sarà possibile pubblicare saranno comunque raccolte in un archivio fotografico digitale del clima piacentino custodito dall’Osservatorio Meteo del Collegio Alberoni e potranno essere mostrate e proiettate in occasione della presentazione al pubblico del libro e nel corso di futuri eventi organizzati nell’ambito dell’attività dell’Osservatorio Meteorologico alberoniano.

Elenco di eventi atmosferici significativi nella storia di Piacenza:

Nevicate abbondanti

3-4 gennaio 1911 (70-80 cm)

Gennaio e febbraio 1929, storiche in particolare per le bassissime temperature con cui avvennero.

Dicembre 1933

Dicembre 1938

Gennaio – febbraio 1942

3-4 Gennaio 1954 (>50 cm)

Febbraio 1956 (vedi nota 1929)

Inverno 1962-63

26-27 dicembre 1970

10 Febbraio 1978

21-22, 24 e 28-29 dicembre 1981

8, 13-17 gennaio 1985

Fine gennaio 1986

Metà gennaio 1987

26-27 gennaio 2006

7-8 gennaio 2009

Altre nevicate: a ritroso, ad es., febbraio 2013, 9-10 marzo 2010, 18-19 dicembre 2009, inizio gennaio e fine novembre 2008, 3 marzo 2005, 13 dicembre 2001, 30-31 dic 1996, 6-7 febbraio 1991, 1° marzo 1986, 17 febbraio 1967, 4-5 marzo 1965, marzo 1955.

Nevicate il giorno di Natale: 25 dicembre 2000.

Nevicate precoci: 27 ottobre 1946, 30 ottobre 1941.

Nevicate tardive: 17-18 aprile 1991, 15 aprile 1962, 17 aprile 1903.

Ordinario freddo invernale: brinate, gelate, galaverna, vedute nebbiose ecc.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla nebbia al "nevone" dell'85, la storia del clima piacentino in un libro: «Cerchiamo foto significative»
IlPiacenza è in caricamento