menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La struggente "Shoah" delle ragazze

Oltre 400 studenti della scuole superiori di Piacenza hanno ascoltato in religioso silenzio e grande attenzione nel Centro congressi dell’Università Cattolica di Piacenza, la suggestiva performance letteraria di Matteo Corradini e Valentina Ghelfi dedicata alla “shoah delle ragazze”

Oltre 400 studenti della scuole superiori di Piacenza hanno ascoltato in religioso silenzio e grande attenzione nel Centro congressi dell’Università Cattolica di Piacenza, la suggestiva performance letteraria di Matteo Corradini e Valentina Ghelfi dedicata alla “shoah delle ragazze”, iniziativa predisposta dall’ateneo per shoahragazze1-2la Giornata della Memoria del 27 gennaio. Una lettura “al femminile” dell’olocausto, un reading teatrale centrato sull’ascolto delle testimonianze di alcune delle donne che hanno vissuto l’orrore nazista.

Anne Frank, Esther Hillesum, Ilse Weber e Inge Auerbacher sono i nomi, i volti e le storie di alcune donne che hanno vissuto sulla propria pelle l’Olocausto nazista. L’evento organizzato da Università Cattolica Coop Alleanza 3.0 e Librerie.Coop è stata l’occasione per dar voce alle storie parallele nella storia della Shoah, con parole che si richiamano e ritornano. Per ricordare il passato, ma anche impressioni e pensieri sul presente, su cosa avviene oggi.

Matteo Corradini – Premio Andersen 2018 come protagonista della cultura per l’infanzia – ha proposto in Università a Piacenza  un progetto che, combinando una molteplicità di forme espressive – lettura, video, musica – coinvolge adulti e ragazzi, seminando consapevolezza, sfatando pregiudizi, rendendo vivo il senso della Memoria.

Una reading teatrale, dalla durata di novanta minuti, incentrata sull’ascolto delle testimonianze dirette e l’approfondimento della vita di Annelies Marie Frank, universalmente nota come Anne Frank, di Esther Hillesum, conosciuta da tutti come Etty, di Ilse Weber e di Inge Auerbacher, sopravvissuta al ghetto di Terezin. E di tante altre: bambine, ragazze, donne diverse accomunate solo dal dolore e dalla speranza di trovare una via d’uscita. Un momento per entrare dentro la storia passando dallo sguardo di chi l'ha vissuta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Isa Mazzocchi è la "chef donna 2021" per Michelin

Ultime di Oggi
  • Economia

    Elezioni del CdA Terrepadane: Coldiretti contro Coldiretti

  • Economia

    Coldiretti: «Al Consorzio Agrario chiediamo più trasparenza»

  • Cronaca

    Covid-19: 24 nuovi casi e nessun decesso nel Piacentino

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Isa Mazzocchi è la "chef donna 2021" per Michelin

  • Cronaca

    «Quando permetti alla mafia di entrare in casa tua, hai già perso tutto»

  • Attualità

    Un premio di laurea per ricordare Fausto Zermani

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento