A Villanova / Villanova sull'Arda

La villa di Verdi all'asta, il Pd: «Salvarla a tutti i costi». Il candidato sindaco Marocchi chiama Franceschini

I consiglieri regionali del Pd chiedono alla Giunta di rivolgersi al Ministero della Cultura, affinché la villa di Sant'Agata non venga messa in vendita. Il ministro già contattato dal candidato alle Amministrative

Dopo una sfiancante altalena di schermaglie giudiziarie, dissapori familiari e carte bollate, Villa Verdi, a Sant'Agata di Villanova, nel Piacentino, sarà messa in vendita, probabilmente all'asta. L'ufficialità arriverà con l'ordinanza emessa dal Tribunale di Parma e lo Stato avrà diritto di prelazione. La sontuosa dimora che ospitò Giuseppe Verdi per mezzo secolo fu lasciata agli eredi, che non sono mai riusciti a trovare un accordo e visto che nessuno ha la possibilità di liquidare gli altri si dovrà andare alla vendita. 

Il consigliere regionale del Pd, Pasquale Gerace, in un'interrogazione alla Giunta sottoscritta dai colleghi dem Katia Tarasconi e Matteo Daffadà, chiede di «salvare a tutti i costi Villa Verdi a Sant’Agata». I consiglieri del Pd chiedono alla Giunta che si rivolga al Ministero della Cultura affinché tuteli «nelle modalità ammissibili dal contesto normativo Villa Verdi, in quanto patrimonio dell’umanità, cosicché non venga snaturata nel caso di vendita a privati, non vadano persi i capolavori al suo interno e si preservi la sua integrità, valutando anche possibili soluzioni condivise con gli enti locali del territorio». Ricordando, poi, l'utilità della legge regionale approvata a febbraio scorso per valorizzare e proteggere le “Case e studi delle persone illustri dell’Emilia-Romagna”, i consiglieri del Pd evidenziano che «lo Stato avrà il diritto di prelazione che, come è noto, costituisce un privilegio a favore della pubblica amministrazione».

Nei giorni scorsi Ezio Marocchi, candidato sindaco al Comune di Villanova con la lista civica “Villanova con Marocchi sindaco”, ha contattato telefonicamente il Ministro della Cultura Dario Franceschini «per informarlo sulla prossima asta pubblica che sarà disposta dal tribunale per l’alienazione della villa Verdi, struttura questa particolarmente amata dal maestro Giuseppe Verdi» - si legge in una nota della lista. «Dal ministro è stata assicurata la massima disponibilità per verificare la possibilità di esercitare la prelazione sull’immobile onde garantire la pubblica fruizione di un bene culturale di primaria importanza. Su disposizione dell’onorevole Franceschini, le vie operative da percorrere saranno approfondite dai dirigenti ministeriali. I contatti fra Marocchi e il Ministro continueranno nei prossimi giorni per assicurare il raggiungimento dell’obiettivo prefissato».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La villa di Verdi all'asta, il Pd: «Salvarla a tutti i costi». Il candidato sindaco Marocchi chiama Franceschini
IlPiacenza è in caricamento