Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

Nuova laurea in medicina a Piacenza: 333 iscritti al test d’ingresso, la metà dall’estero

La prova per accedere alla magistrale in Medicine and Surgery, in lingua inglese e con sede didattica nella nostra città, si terrà giovedì 9 settembre: 100 i posti a disposizione

(repertorio)

Medicine and Surgery a Piacenza, 333 iscritti al test di ammissione alla laurea magistrale a ciclo unico di medicina e chirurgia, interamente in lingua inglese e con sede didattica nella nostra città, al via dall’anno accademico 2021-22. I candidati al nuovo corso attivato dall'Ateneo di Parma, con la collaborazione dell'Ausl, del Comune di Piacenza e con il sostegno della Regione Emilia-Romagna, il prossimo 9 settembre affronteranno la prova di ammissione, unica a livello nazionale, con test Imat (International Medical Admission Test).

Le iscrizioni alla prova sono state raccolte tra il 30 giugno e il 22 luglio scorso, chiudendosi con un numero complessivo di 333 aspiranti studenti: di questi, 166 hanno scelto Parma come sede per misurarsi con il test - in calendario alle ore 12, nell’Ampliamento del Plesso didattico di ingegneria del Campus scienze e tecnologie - i restanti 167 lo sosterranno invece dalle sedi estere, 23 quelle indicate nel bando di ammissione. Dei 100 posti complessivamente disponibili – per poi arrivare ad ospitare nei sei anni previsti seicento universitari - 40 sono difatti destinati a cittadini non comunitari residenti all’estero e 60 a cittadini italiani, cittadini dell’Unione Europea e cittadini non comunitari equiparati (numero provvisorio, in attesa di decreto ministeriale). 

Il prossimo 6 ottobre è prevista la pubblicazione della graduatoria nazionale di merito e l’inizio delle immatricolazioni. Ad ospitare le lezioni in presenza del primo anno di corso sarà il Salone degli arazzi della Galleria Alberoni, una soluzione provvisoria in attesa di avere a disposizione una sede dedicata, a cui è stato candidato l’ex ospedale militare della città, oggi inutilizzato e al centro di una proposta di riqualificazione urbana condivisa da Regione, Comune e Ministero della difesa.

Il nuovo corso di laurea magistrale – presentato ufficialmente nella conferenza stampa del 7 luglio scorso - è nato con l'obiettivo di potenziare l'offerta formativa in Medicina e Chirurgia e il grado di internazionalizzazione dell'Università di Parma, oltre che l'offerta di formazione medica universitaria internazionale in Emilia-Romagna e realizzare una sinergia con ampie potenzialità di sviluppo tra l'attuale corso di laurea in Medicina e Chirurgia di Parma e la struttura sanitaria del territorio piacentino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova laurea in medicina a Piacenza: 333 iscritti al test d’ingresso, la metà dall’estero

IlPiacenza è in caricamento