Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità

«Lavoratori in quarantena senza stipendio e contributi? Inaudito, si intervenga»

Interrogazione del parlamentare piacentino Tommaso Foti a ministri di Finanze e Lavoro: indispensabile assumere un provvedimento che metta l’Inps nella condizione di fare fronte alla assenza forzata dal posto di lavoro

«E’ inaudito che, a causa del mancato stanziamento delle risorse economiche necessarie, un lavoratore che si dovesse trovare in quarantena obbligatoria dettata dal contatto con un positivo al Covid-19 rimarrebbe di fatto senza stipendio e contributi». Lo denuncia Tommaso Foti, deputato piacentino di Fratelli d’Italia, in una interrogazione parlamentare rivolta ai Ministri di Finanze e Lavoro. Per Foti «è indispensabile assumere un provvedimento che metta l’Inps nella condizione di fare fronte alla assenza forzata dal posto di lavoro sia per dipendenti ordinari, così come per quelli considerati fragili, categoria quest’ultima per la quale sono effettivamente già previste delle risorse ma in quantità di gran lunga inferiore a quelle stanziate per l’anno 2020». Il parlamentare di Fratelli d’Italia rimarca «l’assurdità di vessare in modo così pesante proprio coloro i quali, durante i periodi di restrizioni negli spostamenti, sono stati in prima fila nei ruoli di certo non svolgibili in smart working, quali quelli di operaio, magazziniere, muratore, commesso, cassiere, educatore e molto altro». 
«Di fronte a questa situazione – conclude Foti – è urgente un intervento che tuteli al più presto i lavoratori, sia coloro i quali abbiano contratto il virus, così come quelli impossibilitati a recarsi al posto di lavoro per via di una eventuale quarantena».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Lavoratori in quarantena senza stipendio e contributi? Inaudito, si intervenga»
IlPiacenza è in caricamento