rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
La firma

Le ex scuderie di Maria Luigia ora sono di proprietà del Comune

Siglato il trasferimento in proprietà dallo Stato al Comune grazie al federalismo culturale

Le ex Scuderie di Maria Luigia, edificio di rara bellezza e maestosità che affaccia su Piazza Casali, è stato trasferito oggi dal Demanio al Comune di Piacenza grazie alle procedure del Federalismo Culturale.  «Un atto formale che rappresenta la sostanza di quello che, con grande impegno e passione, stiamo tentando di fare per la nostra splendida città. Da oggi le ex Scuderie sono di proprietà del Comune di Piacenza e non possiamo che esserne orgogliosi». E’ il primo commento della sindaca Katia Tarasconi, presente questa mattina nell’ufficio del notaio Carlo Brunetti per la firma dell’atto che segna il trasferimento dell’edificio di piazza Casali dallo Stato all’ente di Palazzo Mercanti, con Luciana Scrivano e Roberto Capuano del Demanio, e con il dirigente Enrico Mari e Gabriele Santacroce per il Settore Sviluppo del Patrimonio del Comune di Piacenza. La riqualificazione delle ex Scuderie è un intervento a cui l’Amministrazione comunale teneva molto e su cui, da oltre un anno, sta lavorando per riportare a nuova vita l’intero comparto di piazza Casali, che comprende il tradizionale mercato coperto. Il progetto definitivo è in corso di ultimazione e nell’anno nuovo si terrà la gara di appalto integrato per il progetto esecutivo e quindi si potrà partire con i lavori.  «E’ un risultato eccezionale di cui siamo molto orgogliosi - commenta Adriana Fantini, assessora alla Pianificazione per lo sviluppo urbano sostenibile - Abbiamo lavorato tanto per arrivare alla firma di questo atto e ci tengo a sottolineare la grande sensibilità del Ministero della Difesa che ha accolto la nostra richiesta di frazionare la caserma Bixio per mettere a disposizione della collettività uno spazio di grande pregio di cui i piacentini, fino ad oggi, non conoscevano nemmeno l’esistenza». 

«Sarà un progetto che consentirà a tutti i cittadini di vivere, nel vero senso della parola, un edificio splendido, uno spazio davvero unico - prosegue la sindaca Tarasconi - che ospiterà al piano terra il mercato coperto e, al piano di sopra, un Museo multimediale della cultura piacentina dotato di sale espositive per promuovere la diffusione della cultura locale, partendo proprio dalla storia della città e delle sue bellezze naturali e architettoniche». Oggi dunque la firma dell’atto a seguito di un Piano di valorizzazione presentato dall’Amministrazione comunale all’Agenzia del Demanio e condiviso con il MiC.

L’intervento di riqualificazione, come accennato, è già stato avviato e consentirà il recupero degli spazi senza alterarne le peculiari caratteristiche. Le Scuderie, la cui costruzione fu avviata nel 1832 per volere dell’Imperatrice austriaca Maria Luigia, costituiscono la porzione est della Caserma Nino Bixio, nelle immediate vicinanze di Palazzo Farnese e di Piazza della Cittadella. Si trovano all’interno della zona militare piacentina, su un’area originariamente occupata dall’antico Teatro Ducale della Cittadella, il teatro ufficiale della Corte, che la notte del 24 dicembre del 1798 venne distrutto da un incendio: l’area fu in seguito adattata a cavallerizza e chiamata “Cavallerizza del teatro bruciato della Cittadella”, toponimo nel tempo si trasformò in “Scuderie Ducali di Maria Luigia”.

L’edificio, di impronta neoclassica, presenta l’impianto tipico delle cavallerizze: un ampio portico con tre arcate, attraverso le quali si accedeva alle stalle, affaccia su Piazza Cittadella, mentre, internamente, l’ampio ambiente, diviso in tre navate da colonne granitiche, presenta, sulle lunghe pareti perimetrali, una serie di nicchie, appositamente realizzate per il posizionamento delle rastrelliere per il fieno, con degli abbeveratoi di pregevolissima fattura, realizzati in marmo rosa di Carrara da esperti artigiani.

scuderie maria luigia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le ex scuderie di Maria Luigia ora sono di proprietà del Comune

IlPiacenza è in caricamento