rotate-mobile
La mostra / Calendasco

Le microplastiche andranno ad inquinare le acque del Grande Fiume per migliaia d’anni

Anche la Rai accende i riflettori sulla mostra dedicata alla plastica nel Po

La notizia della mostra evento di Calendasco, che vuole sensibilizzare sui rifiuti di platica che sono purtroppo dentro al fiume Po, è arrivata lontano. L’originale mostra è stata sotto la lente della Rai che ha inviato il giornalista Luca Ponzi del Tgr Emilia-Romagna con il collega Massimo Vuotto. A Calendasco, nell’antico “hospitale medievale” si è svolta un’intervista all’ideatore di questa particolare esposizione: oggetti raccolti dentro all’alveo del Po in questo lungo anno di secca storica. Le telecamere Rai sono state rivolte verso questi inconsueti “reperti” plastici, alcuni di anche oltre 70 anni ed il giornalista Luca Ponzi ha intervistato Umberto Battini, cultore del Grande Fiume e storico locale che ha curato questo evento, grazie anche all’artista Bruno Grassi che ha messo prontamente a disposizione l’antico edificio. Tra i “rifiuti” di plastica ci sono anche vecchissimi oggetti datati fatti da celluloide e bachelite, oltre a decine d’altri “pezzi” che ovviamente non dovrebbe stare adagiati dentro al letto del Po, ma invece in una discarica. Le microplastiche andranno ad inquinare le acque già non proprio ben messe del Grande Fiume per migliaia d’anni, per questo l’idea è quella di realizzare altri di questi eventi fino al Delta del Po e pare che la cosa stia “attecchendo” tra forse pochi ma decisi uomini, in paesi della bassa del fiume. Dobbiamo assolutamente “voler bene” al vecchio Po.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le microplastiche andranno ad inquinare le acque del Grande Fiume per migliaia d’anni

IlPiacenza è in caricamento