rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Palazzo Farnese

Lezione di storia dell’arte per albergatori e ristoratori: «Siete i nostri ambasciatori turistici»

Obiettivo coinvolgere gli addetti in una conoscenza più approfondita dei beni culturali locali, come «stimolo per dare indicazioni ai turisti che chiedono quali siano le bellezze più significative da visitare»

Albergatori e ristoratori a lezione di storia dell’arte e dei beni culturali di Piacenza. Stamani, a Palazzo Farnese, alcuni titolari di alberghi e agriturismi di città e provincia si sono dati appuntamento al Salone Pierluigi, dove l’assessore alla Cultura Christian Fiazza e la direttrice dei Musei civici Antonella Gigli, hanno avuto un costruttivo incontro con la titolare dell’Hotel Stadio Flora Bassi e i suoi collaboratori Gabriele Paratici e Lorenzo Rizzolo, i proprietari dell’Agriturismo “Il Capitolo” di Cadeo, Nicola Secca e Lucia Galazzi, la titolare del Bar dello Studente, Laura Pozzi e Davide Rizzi, titolare dell’Hotel Matis di Fiorenzuola. Gli incontri – spiega il Comune - proseguiranno in tutti i martedì del mese di marzo, sempre con inizio alle 9.

«Siete i nostri ambasciatori turistici - ha sottolineato l’assessore Fiazza - e la prima frontiera per coloro che provengono da altre città. Per questo crediamo che coinvolgervi in una conoscenza maggiormente approfondita dei nostri beni culturali, potrà essere di stimolo per dare indicazioni ai turisti che chiedono quali siano le bellezze più significative da visitare». In quest'ottica, Antonella Gigli ha illustrato le attrattive di Palazzo Farnese, dalle carrozze alla Sezione archeologica, dall’alcova al Tondo di Botticelli, che i presenti hanno potuto ammirare manifestando il loro apprezzamento, così come, davanti ad alcuni dipinti della Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi, hanno avuto modo di elogiare il valore della pinacoteca di via San Siro.

«Sono certo – ha affermato Fiazza – che questa iniziativa farà sì che gli albergatori piacentini siano in grado di veicolare i turisti non solo in città, ma anche nelle nostre vallate. Piacenza, infatti, a differenza di realtà limitrofe, può vantare un entroterra appenninico e collinare di grande fascino, in grado di catturare un numero sempre maggiore di visitatori. In città, inoltre, nei prossimi mesi ospiteremo “Good Italy Workshop”, l’evento internazionale per promuovere e vendere l’Italia nel mondo, con il coinvolgimento di oltre 900 operatori turistici italiani e provenienti da Europa, Giappone, Australia, Canada, Stai Uniti, Brasile, India ed Emirati Arabi. In autunno, invece, daremo spazio alla mostra dedicata ai Fasti Farnesiani, le rappresentazioni auto celebrative che esaltano la fama della casata dei Farnese attraverso la rappresentazione pittorica degli avvenimenti più importanti di cui sono protagonisti i membri della famiglia, con le opere provenienti da Caserta oltre che quelle presenti a Piacenza».

Gli addetti ai lavori che volessero prendere parte ai prossimi incontri possono iscriversi inviando una mail a turismo@comune.piacenza.it .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lezione di storia dell’arte per albergatori e ristoratori: «Siete i nostri ambasciatori turistici»

IlPiacenza è in caricamento