rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Attualità

Lilt, il mese di novembre dedicato alla prevenzione maschile: «Uomini più restii a monitorare il proprio stato di salute»

Presentata “Percorso azzurro”, la campagna di sensibilizzazione e prevenzione dedicata agli uomini su tutto il territorio nazionale. Prenotazioni allo 0523384706 nelle giornate di martedì e giovedì, dalle 15.30 alle 18 e il mercoledì dalle 10 alle 13

Nella mattinata di venerdì 26 novembre è stata presentata la campagna Lilt “Percorso azzurro”, dedicata alla prevenzione e diagnosi precoce dei tumori maschili. A illustrare i dettagli dell’iniziativa sono intervenuti l'assessore ai Servizi Sociali Federica Sgorbati, il presidente provinciale Lilt Franco Pugliese accompagnato dalla segretaria “storica” dell’associazione, Lalla Brusamonti, la dirigente dell’Ufficio Sanitario provinciale della Polizia di Stato, Deja Berritta, il vicedirettore di Confindustria Giuseppe Cella e Stella Piazza, che ha curato i dettagli organizzativi dell’iniziativa.

«Sostenere e diffondere la cultura della prevenzione è fondamentale. In Italia, infatti, 14 milioni di uomini corrono il rischio di sviluppare – per età, familiarità e altri fattori - il tumore alla prostata, ne consegue che, fatte le debite proporzioni, anche una parte importante della popolazione maschile nella nostra provincia è a rischio» ha sottolineato l’assessore Federica Sgorbati. «La Lilt piacentina, che ringrazio per l’impegno e la costante dedizione con cui svolge l’attività di prevenzione sanitaria a beneficio della nostra comunità, aderisce alla proposta della sede nazionale e (dopo l'ottobre rosa) dedica il mese di novembre agli uomini, che, a differenza delle donne, sono più restii a sottoporsi alle visite mediche per monitorare lo stato della loro salute. Che è invece un esercizio vitale e importantissimo, se pensiamo che la diagnosi precoce può scoprire le principali patologie oncologiche della sfera genitale maschile nel 95% dei pazienti asintomatici con 10 anni di anticipo, rendendole curabili».

«Purtroppo siamo inclini a pensare al nostro corpo solo quando inizia a dare segnali di cattivo funzionamento e questo succede in particolare alla popolazione maschile, meno propensa a sottoporsi a visite di controllo con regolarità» ha affermato il presidente provinciale Lilt, Franco Pugliese. «Per questo la Lilt mette in atto da vari anni “Percorso azzurro”, campagna di sensibilizzazione e prevenzione dedicata agli uomini, su tutto il territorio nazionale, alla quale la Lilt di Piacenza aderisce. Per dare maggiore risonanza alla campagna di prevenzione, Lilt Piacenza ha coinvolto Federfarma, la Polizia di Stato, la Scuola di Polizia, il II Reggimento Genio Pontieri, i Vigili del Fuoco e Confindustria».

Le visite urologiche che la Lilt di Piacenza propone sono gratuite per i soci e vengono effettuate dagli specialisti dottor Stefano Fiordelise e dottor Ivan Tavolini. Ci si può prenotare chiamando lo 0523 384706 nelle giornate di martedì e giovedì, dalle 15.30 alle 18 e il mercoledì dalle 10 alle 13. I non soci Lilt possono aderire in ogni momento (il costo della tessera è di 20 euro), sostenere l’associazione e usufruire dei benefits sulla prevenzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lilt, il mese di novembre dedicato alla prevenzione maschile: «Uomini più restii a monitorare il proprio stato di salute»

IlPiacenza è in caricamento