menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I premiati

I premiati

«Loro hanno il coraggio di chi fa senza pretendere»: Gragnano premia i suoi cittadini benemeriti

Cerimonia di conferimento delle onorificenze civiche destinate a coloro che hanno offerto un significativo contributo personale al bene comune in occasione dell'emergenza Covid-19 a Gragnano

«Non si vive per sé stessi ma per gli altri: tutta la nostra vita è relazione. Per venire fuori da questa situazione occorre lavorare insieme, proteggendoci a vicenda, mettendo in campo ciascuno le proprie competenze, esperienze, forze al servizio della comunità». E' con queste parole che il sindaco di Gragnano, Patrizia Calza ha aperto la cerimonia di conferimento delle onorificenze civiche destinate a coloro che hanno offerto un significativo contributo personale al bene comune in occasione dell'emergenza Covid-19. La cerimonia, rigorosamente all'aperto, ha visto la partecipazione dell'assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini e del direttore generale dell'Asl Luca Baldino ai quali il sindaco ha fatto un appello: «Si riparta dalle piccole comunità e si investa nella sanità locale, ramificata e di prossimità che ha dato prova di essere composta da persone eccezionali che spesso hanno pagato con la vita». Con loro anche il parroco, don Andrea Campisi: «Solitamente questa cerimonia avviene durante i festeggiamenti per il nostro patrono San Michele, un patrono giovane, con le ali e combattente. Nei periodi di buio si accendono tante luci di coraggio e speranza, impariamo da quelle, valorizzandole».

LE PREMIAZIONI - Sono stati premiati ovviamente i medici di base: «Autori di veri e propri atti di coraggio», hanno ricevuto la targa quindi Pietro Bersani, Francesco Molinari, Andrea Zavras e Marinella Ruzza. Premiati anche Jessica Guglielmetti, operatrice del Comune che ogni giorno ha consegnato medicine e pasti caldi a tutti gli anziani, disabili del paese recandosi a casa loro nel pieno e durante tutta l'emergenza sanitaria, per questo ringrazio anche la coordinatrice dei Servizi Sociali, Anna Maria Romanini, e infine Elisa Ghezzi che ha per prima avuto l'intuizione di lanciare e promuovere una raccolta fondi per l'ospedale ed è riuscita a raccogliere 300mila euro.  Gli altri premiati, tutti quelli che a vario titolo hanno aiutato la comunità di Gragnano:  Clarissa Guglielmetti, Davide Barbieri, Monica Lambertini,  Alessandro Groppelli, Anna Maria Perotti, Umberto Morelli, Mcl Caritas, Eleonora Morandi, Paolo Giglio, Anspi Gragnanino, Avis, Libera Mind, Orzo Rock, Pro loco Gragnano, Rotary Valtidone, Steriltom, Us Gragnano, Valluretta Soccer School, Patrizia Rossi, Michele Bergonzi. 

«Si pensa  - ha continuato il sindaco - che si è giovani e sani e che il virus non ci possa prendere, in realtà non è cosi e il mettersi la mascherina non solo protegge noi ma protegge tutti: questo ci fa essere comunità, ossia proteggere il bene comune che abbiamo il dovere di salvaguardare e custodire. In questi mesi Gragnano ha dato prova di essere un'eccellenza nell'affrontare un'emergenza mondiale: unendo le forze, facendo ciascuno il proprio dovere, abbiamo retto. Ora più che mai però occorre ridimostrare quanto siamo capaci di dare e fare. Questa cerimonia ci dia la forza per proseguire e renda merito a tutti coloro che hanno lavorato sodo con pazienzae senso del dovere alla cura del bene comune». Al termine della cerimonia è stata anche appesa una pergamena che vuole premiare tutti i medici e gli operatori sanitari che hanno lavorato nell'emergenza sanitaria. L'elenco dei loro nomi, con le loro firme, sarà messo agli atti del Comune ad imperitura memoria.  Donini e Baldino hanno infine parlato di quanto sta accadendo ora e lodato tutte le professionalità che a Gragnano e nel Piacentino hanno dato prova di competenza, sensibilità e costanza, ribadendo la centralità e l'importanza di una sanità di prossimità che risponda ai bisogni dei cittadini in maniera puntuale e soddisfacente: «Abbiamo davanti mesi difficili ma siamo certi che vinceremo questa battaglia».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

A Roncaglia sono partiti i lavori del maxi capannone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Piacenza scongiura la zona rossa: si resta in "arancione"

  • Cronaca

    Il nuovo Dpcm "anti varianti": che cosa cambia fino a Pasqua

  • Economia

    Cattolica, si lavora ad un robot per la potatura dei vigneti

  • Cronaca

    Controllo del territorio e Covid, più pattuglie in strada

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento