Lunedì, 20 Settembre 2021
Attualità

Lotta al lavoro nero e al caporalato in agricoltura: il punto in prefettura

Nella giornata del 12 agosto il prefetto Daniela Lupo ha presieduto un incontro del Consiglio Territoriale per l’Immigrazione, con focus il settore dell’agricoltura e le iniziative di prevenzione e contrasto al lavoro nero e al caporalato. Il prefetto ha ricordato come tale iniziativa vada ad assumere un ruolo complementare rispetto ai lavori dell’Osservatorio sulla sicurezza sul lavoro, per gli aspetti dell’analisi e della formazione ed informazione dei lavoratori.  Nell’occasione, sono stati esposti i contenuti del Protocollo d’Intesa per la prevenzione e il contrasto dello sfruttamento del lavoro in agricoltura e del caporalato, sottoscritto lo scorso 14 luglio dal Ministero dell’Interno, dal Ministero del Lavoro, dal Ministero delle Politiche agricole e dall’ANCI, convenendo sull’opportunità di declinarlo in un protocollo attuativo territoriale.  

L’obiettivo è favorire l’attivazione di più efficaci sinergie interistituzionali che permettano di promuovere la cultura della legalità, anche attraverso iniziative di prevenzione e non solo di repressione di eventuali illeciti. Con riguardo al rispetto della legalità, il prefetto ha ricordato come fondamentale resti la partecipata collaborazione di tutti i soggetti dalle associazioni di categoria, alle organizzazioni sindacali ai lavoratori, ai datori di lavoro, anche quali sensori del territorio nel segnalare agli Organi ispettivi e alle Forze di Polizia le eventuali condotte illecite di cui venissero a conoscenza.

Nell’attuazione del protocollo, saranno messe a sistema anche le altre iniziative già in essere nell’ambito del progetto FAMI (Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020): dal protocollo DIAGRAMMI NORD, sottoscritto tra Ministero dell’Interno e Ministero del Lavoro, che pone l’accento sugli aspetti dell’integrazione e della legalità, con un approccio multidisciplinare, che vedrà la collaborazione di diversi soggetti ed associazioni del mondo sindacale ed agricolo, al progetto CAPACITY BUILDING avente come capofila la Prefettura e teso a rafforzare le competenze del personale, anche della Questura nonché a predisporre materiale informativo multilingue sui servizi delle pubbliche amministrazioni del territorio così da migliorare i servizi all’utenza.  All’incontro hanno partecipato Millo dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro, D’Angelo dell’Agenzia delle Entrate, Zucchini dell’Azienda sanitaria locale, i rappresentanti di FLAI CGIL e FAI CISL nonché dell’INPS e della Questura – Ufficio immigrazione.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta al lavoro nero e al caporalato in agricoltura: il punto in prefettura

IlPiacenza è in caricamento