menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Mai in discussione la moralità dell’Amministrazione, ma solo dubbi sulle scelte urbanistiche»

Ex mercato ortofrutticolo demolito dal Comune di Piacenza: la precisazione di Pietro Chiappelloni (Italia Nostra) dopo la querelle con l’Amministrazione

Ex mercato ortofrutticolo, mentre il Consiglio comunale si è apprestato a votare la variazione di bilancio che stanzia 1,2 milioni di euro per la demolizione dell’area, riceviamo e pubblichiamo l’intervento di precisazione di Pietro Chiappelloni di “Italia Nostra” in merito alla querelle con l’Amministrazione Barbieri.

«Il 21 novembre il quotidiano online “IlPiacenza” ha pubblicato il resoconto della conferenza stampa di “Italia Nostra” riguardante l’opposizione alla demolizione dell’ex Mercato Ortofrutticolo, significativo esempio di archeologia industriale e architettura razionalista che può avere vari utilizzi a destinazione pubblica. In questa conferenza stampa, io ho presentato una sintetica cronistoria degli interventi a favore della conservazione dell’ex Mercato Ortofrutticolo pubblicati dal 2015 ad oggi. Tre giorni dopo, ho ricevuto dalla signora sindaco una diffida a rettificare l’affermazione che “l’intendimento degli attuali amministratori è quello di cancellare la storia della città e dei cittadini favorendo un’operazione di tipo speculativo nella quale il Comune mette a disposizione del privato un’area pubblica e non viceversa”, visto che avrebbe ingenerato nella cittadinanza “l’infondata opinione di essere amministrata da persone di moralità non specchiata nell’attuare l’interesse pubblico”.

Preciso dunque che durante la conferenza stampa la moralità degli amministratori non è mai stata messa in discussione, né alcun giudizio morale è stato espresso. È stata invece criticata la scelta amministrativa di realizzare un parcheggio su area pubblica demolendo un complesso di archeologia industriale come l’ex Mercato Ortofrutticolo, scelta che inoltre non appare oggettivamente bilanciata rispetto agli interessi pubblici e privati in gioco e poco rispettosa degli obiettivi della normativa urbanistica (v. Legge Regionale 24/2017), per le ragioni già espresse più volte da molte voci cittadine e ribadite durante la conferenza stampa, come dai resoconti dei mezzi d’informazione. Ancora, qualora vi siano risorse finanziarie messe a disposizione di questa operazione immobiliare, avrebbero dovuto essere predeterminati i criteri per valutare questo utilizzo in alternativa con altri, attuando principi di concorrenza e trasparenza.

In conclusione, ribadisco che nessuno ha posto dubbi sulla moralità dell’Amministrazione comunale, mentre i dubbi espressi – e motivati – in questa e altre occasioni hanno sempre riguardato le specifiche scelte urbanistiche, in quest’ultimo caso quella di demolire l’ex Mercato Ortofrutticolo per realizzarvi un parcheggio che, in base alla dislocazione dei parcheggi previsti all’interno dell’adiacente comparto Terrepadane, parrebbe a servizio, prevalente o parziale, di questo. Scelta che, naturalmente, può essere cambiata qualora l’amministrazione ritenga di mettersi all’ascolto delle ragioni esposte dai cittadini».

Pietro Chiappelloni

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento