Miriam Leone al Bobbio Film Festival: «Felice del mio percorso di attrice»

Ospite attesissima dell'edizione 2019, l'attrice catanese protagonista de “Il testimone invisibile”, film di Stefano Mordini con Riccardo Scamarcio e Fabrizio Bentivoglio

Bellocchio e Miriam Leone

Una serata nel segno della bellezza e della bravura, quella di ieri, al Bobbio Film Festival: ospite, attesissima dell'edizione 2019, Miriam Leone, attrice catanese protagonista de “Il testimone invisibile”, film di Stefano Mordini con Riccardo Scamarcio e Fabrizio Bentivoglio. Remake della pellicola spagnola “Contratiempo” del 2016, diretta da Oriol Paulo, la storia è quella di Adriano Doria, giovane imprenditore da copertina, che si risveglia in una camera d'albergo al fianco del cadavere della sua amante, la fotografa Laura, interpretata dalla Leone. L’accusa di omicidio di fronte all’evidenza è inevitabile, ma lui continua a dichiararsi innocente. La nota penalista Virginia Ferrara ha con Doria un lungo colloquio da cui emergono retroscena multipli e cangianti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un giallo elegante, ricco di colpi di scena, girato in Trentino in varie location che contribuiscono alla suspence, sfruttando saggiamente l'alternanza di freddi spazi aperti e luoghi claustrofobici. Chiacchierata finale con il critico Anton Giulio Mancino; Miriam Leone ha sottolineato che «in questo film la sfida è stata dare vita a una Laura 'tripla', che vive nei flashback e nei ricordi dei personaggi che ne ricostruiscono, a seconda della loro verità, le tappe del passato». E ancora: «La sceneggiatura mi ha colpita da subito: è una storia di ricerca della verità, che indaga il tema del doppio». A chi le chiede se la bellezza o la sua partecipazione a Miss Italia possano costituire un pregiudizio, risponde tranquillamente che «grazie al concorso sono entrata in contatto con il mondo della televisione e del cinema, e di questo ho fatto una professione. Nell'anno da Miss ho girato l'Italia, conservo quindi ricordi bellissimi di quel periodo. Successivamente ho studiato recitazione, e piano piano è iniziata la mia carriera di attrice. Non posso che essere felice del mio percorso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento