Attualità

Ecco i monopattini "intelligenti": non si possono abbandonare in giro e si spengono in via Venti Settembre

In città parte da oggi, 13 maggio, il servizio di monopattini elettrici (300 mezzi a disposizione) in sharing di "Bit Mobility": 15 chilometri all’ora in centro storico, 6 nelle aree pedonali. L’assessore Mancioppi: «Obbligatorio lasciarli negli stalli e si spengono automaticamente in via Venti Settembre»

Il servizio di sharing per i monopattini elettrici sbarca anche a Piacenza, dalla mattina del 13 maggio. È stato infatti inaugurato in città il nuovo servizio di monopattini elettrici gestito da BIT Mobility. L’azienda veronese ha infatti messo a disposizione 300 monopattini elettrici, distribuiti in oltre 40 stalli su un’area di circolazione di 27 chilometri quadrati. Saranno presenti oltre 20 BIT Point, con segnaletica orizzontale e verticale, decisi in collaborazione con l’Ufficio Mobilità del Comune, e un’area di servizio pedonale di circa un chilometro (il cuore della città, il centro storico), in cui la velocità è ridotta ai 6 km/h; in quest’area centrale è inoltre obbligatorio il parcheggio nei BIT Point.

Il servizio sarà disponibile tramite l’app BitMobility, anche in modalità “pay per use”, cioè in modo occasionale, pagando un euro di sblocco iva inclusa e 15 centesimi al minuto a ogni noleggio.

Per incentivare i cittadini all’uso del monopattino elettrico, è previsto un codice promozionale con il quale è possibile ottenere 15 minuti di corsa gratuiti. Per usufruirne basta inserire, all’interno della sezione Promozioni, il codice PIACENZABIT.

Sarà inoltre possibile sottoscrivere tre formule di abbonamento (Mensile, Orario e Sblocchi):

  • UNBITABLE Monthly, l’abbonamento mensile pensato per chi ogni giorno compie la tratta casa-lavoro in monopattino e vuole poter contare su un’unica tariffa di 24,99 euro al mese; una soluzione che consente di beneficiare di 2 sblocchi al giorno (andata + ritorno) e di 60 minuti giornalieri.
  • Easy BIT, ideale per chi vuole concentrare l’uso in un’ora per fare tante commissioni a 3,99 euro.
  • UNBLOCK, pacchetti che consentono sblocchi giornalieri e settimanali per chi vuole essere libero di usare il monopattino in qualsiasi momento risparmiando: Daily, che offre sblocchi illimitati e 15′ gratuiti al costo di 3,99 euro per un giorno; Weekly, con sblocchi illimitati e 110′ gratuiti al costo di 10,99 euro per una settimana.

Molti i servizi previsti per promuovere il rispetto delle regole di circolazione e il corretto parcheggio del mezzo: innanzitutto il sistema di geolocalizzazione del mezzo in condivisione, che permette un controllo maggiore contro gli episodi di furto e vandalismo; aree di parcheggio obbligatorio; limitazioni di velocità gestite da remoto h24; monopattini di ultima generazione con doppio-freno, batterie intercambiabili e interfaccia vocale. Il controllo dei mezzi è effettuato sia dal personale in giro per la città sia da un servizio di sorveglianza. 

L’interfaccia sonora dei monopattini BIT Mobility emette un segnale acustico ogni volta che vengono riscontrati movimenti del mezzo non autorizzati; qualora il monopattino stesse procedendo al di fuori dell’area di circolazione (ad esempio non è possibile passare, come per le biciclette, in via Venti Settembre, la procedura prevede di far partire un segnale acustico (un campanello d'allarme) direttamente dal servizio di assistenza h24 che raggiunge l’utilizzatore. Nell’eventualità che costui continui la sua corsa, viene raggiunto direttamente al cellulare. La mancata risposta e il continuo proseguimento della corsa da parte dell’utente, fa intervenire direttamente le forze dell’ordine e chi di competenza.

Le prescrizioni di sicurezza prevedono l’uso obbligatorio del casco dai 14 anni ai 18 anni ed è vivamente consigliato anche per i maggiorenni. Obbligatorio inoltre il giubbino catarifrangente dopo il tramonto. E’ severamente vietato andare in due e il trasporto di materiali. Tutte regole per un avvio del servizio in piena sicurezza, che BIT Mobility proporrà ai nuovi utenti attraverso l’organizzazione di serate con personale che spiega il funzionamento del servizio e il corretto utilizzo del mezzo.   

Il modello di monopattino, solido e ben equilibrato con ammortizzatore frontale. I mezzi sono dotati di un’ampia pedana di 20 centimetri e quindi confortevole e sicura poiché permette di posizionare i piedi per intero sulla stessa. Il cavalletto posteriore e stabilizzato, i cavi quasi completamente nascosti e sulla testa di ogni mezzo è affisso un adesivo con il numero di telefono del call center: questo è molto utile sia per gli utenti, sia per le forze dell’ordine che non hanno l’app e vogliono contattare l’assistenza nel caso in cui, per esempio, il mezzo sia parcheggiato in modo da creare pericolo o intralcio.

«I monopattini – ha detto l’assessore alla mobilità e all’ambiente Paolo Mancioppi - rappresentano uno strumento di mobilità in rapida diffusione in particolare in questo ultimo periodo e che, se correttamente utilizzati, nel pieno rispetto delle regole e del codice della strada, possono portare indubbi vantaggi al traffico cittadino e da un punto di vista ambientale. Per questo, accanto alla diffusione di questo utile servizio di sharing, realizzato insieme a Bit Mobility, puntiamo alla sensibilizzazione su un loro corretto utilizzo». «Come Amministrazione – aggiunge Mancioppi - in coerente esecuzione con ciò che abbiamo previsto nel Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, stiamo implementando e migliorando una serie di strumenti e servizi – oltre ai monopattini, ad esempio il bike sharing, il bike to work e la messa in sicurezza delle piste ciclabili - perchè si possa sempre più diffondere in città la cultura della mobilità sostenibile». Regole stringenti in centro storico, ha chiarito l’assessore. «La velocità sarà automaticamente ridotta, grazie alla geolocalizzazione, a 15 chilometri orari in centro storico e a 6 chilometri nelle zone pedonali. E se il monopattino imbocca via Venti Settembre, il monopattino si spegnerà automaticamente. E il fatto che la carta di credito non si staccherà fino a quando il monopattino sarà fissato allo stallo di parcheggio è ovviamente un modo per evitare il loro abbandono».

«Alla diffusione di una mobilità sempre più sostenibile – ha aggiunto l’assessore alla Sicurezza, Luca Zandonella - che compie con il servizio presentato oggi un deciso passo in avanti nella nostra città, occorre si affianchi il buon comportamento e il rispetto delle regole al fine di tutelare la sicurezza propria e altrui. Abbiamo a tal proposito come Amministrazione predisposto una comunicazione ad hoc - all'interno della campagna di sensibilizzazione "Ama la tua città" - che, insieme ai controlli della Polizia Locale che ringrazio per l’impegno anche in questo ambito, punta al rispetto del codice della strada e ad un idoneo comportamento per un corretto utilizzo dei velocipedi e una serena convivenza». Le regole da rispettare? «Non si va in due, non si va contromano, non si va sui marciapiedi e non si trasportano cose. Di sera indossare il giubbotto catarifrangente. Tutte le regole sul sito del Comune nella sezione della polizia locale».

«Siamo felici di essere stati scelti dal Comune di Piacenza per inaugurare in città questo nuovo tipo di mobilità. – ha commentato Michele Francione, responsabile dello sviluppo operativo di BIT Mobility – Piacenza è una città con molti luoghi di interesse storico e monumenti da visitare e, con la riduzione delle restrizioni e l’arrivo della bella stagione, speriamo che il nostro servizio possa contribuire alla ripartenza di un turismo più sostenibile e, soprattutto, in sicurezza».

sharing-2

Mancioppi in monopattino-3

monopattino monopattini-4

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco i monopattini "intelligenti": non si possono abbandonare in giro e si spengono in via Venti Settembre

IlPiacenza è in caricamento