Montagna Nostra 2000: le immagini di un passato lontano, che così lontano non è

Questa sesta puntata della carrellata di presentazione di almanacchi e calendari volge un primo sguardo ai calendari piacentini del nuovo anno

Il numero di fine anno di “Montagna nostra”, il periodico edito dalla Parrocchia di Ferriere, diretto da Paolo Labati e stampato da Ediprima – le cui 108 pagine costituiscono un vademecum che unisce le località dell’alta val Nure, val d’Aveto e Lardana - e che, anche in questa era multimediale, mantiene tutta la sua importanza informativa per i residenti, per chi, nato nel territorio è ora lontano, e per le tante persone che nel periodo estivo soggiornano nel comune di Ferriere, regala un interessante annuario di 14 pagine (28 facciate) formato cm 16x30, caratterizzato da foto che di mese in mese ripercorrono lontani momenti di vita del territorio di Ferriere con immagini di persone, lavori agricoli, mestieri artigiani scomparsi o notevolmente trasformati. Alcune delle immagini mostrano Ferrieresi impegnati nel lavoro su una piazza lombarda e altri a Parigi e nella limitrofa Nogent.

Nell’insieme un interessante testimonianza della laboriosità e l'industriosità dei nostri padri e dei nostri nonni; un viaggio nella memoria e nel ricordo di persone, di mestieri, di attrezzi e di cose di un passato che appare lontano, ma che poi tanto lontano non è. Il calendario evidenzia anche i numerosi eventi e le manifestazioni programmate nel capoluogo e nelle frazioni nel corso dei dodici mesi dell’anno 2000.

continua

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esselunga: «Scaffali vuoti vengono subito riempiti: abbiamo scorte, pronti a ogni evenienza»

  • Emergenza coronavirus, decisa la chiusura di tutte le discoteche e locali di intrattenimento

  • Coronavirus, lotta al contagio: nel Piacentino scuole chiuse e San Damiano per la quarantena

  • Coronavirus: il 38enne contagiato in contatto con un manager di Fiorenzuola, isolato a Milano. Chiusa la ditta Mae

  • Sei nuovi contagi a Piacenza: tra loro due medici e un infermiere del Polichirurgico

  • Coronavirus, l'Inps sospende i servizi e le visite

Torna su
IlPiacenza è in caricamento