rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Nel rank 102°

Nascite: Piacenza tra le province italiane con il calo più basso dal 2002 (-17,3%)

Il territorio locale si posiziona in fondo alla classifica elaborata dal Sole24ore su dati Istat, che fa il punto sulla diminuzione del fenomeno nell’arco di diciotto anni

Nascite: Piacenza tra le province italiane con il calo più basso dal 2002. Una tendenza sottolineata dalla classifica elaborata dal quotidiano il Sole24ore - pubblicata il 7 febbraio scorso – a partire da dati Istat, che attesta al -17,3% la diminuzione del fenomeno nell’area locale, prendendo in considerazione il periodo 2002-2020.

Nel rank “Dove le nascite calano di più”, Piacenza occupa la 102° posizione, collocandosi al sestultimo posto della graduatoria, seguita da L’Aquila, La Spezia, Bolzano, Trieste e la vicina Parma, che chiude la classifica al 107° posto.

Sul podio invece Barletta Sassari e Oristano, con un calo rispettivamente del -39,5%, -37,9% e -37,8% nell’arco dei diciotto anni presi in esame. Nonostante la discesa percentuale dei nuovi nati metta in luce come il quadro locale non abbia conosciuto stravolgimenti profondi sotto questo aspetto, differente è la prospettiva mettendo a confronto i tassi di natalità (nati vivi ogni mille abitanti) delle province, qui attestato al 6,7 nel 2020 e ridotto al 6,3 nel 2021, inferiore alla media italiana (6,8).

Un dato che pone Piacenza a metà di un'altra ipotetica classifica, con 56 province con un tasso pari o inferiore, e 50 con un tasso superiore. Il picco a Bolzano, che nel 2021 registra un 9,7, seguito da Ragusa (8,4) e Catania (8,2).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nascite: Piacenza tra le province italiane con il calo più basso dal 2002 (-17,3%)

IlPiacenza è in caricamento