Nel 2019 +134 residenti nel Piacentino, stranieri al 15,1% della popolazione

Nei dati del 2019, messi a confronto con il 2018, popolazione in aumento a Sarmato (+2,3%), Gazzola e Travo (entrambi a +1,7%). Le variazioni più negative a Zerba (-5,5%), Ottone (-4,9%), Ferriere (-3,2%) e Besenzone (-3,1%)

L’Ufficio Statistica dell’Amministrazione Provinciale pubblica qui i dati (provvisori) al 31 dicembre 2019 della popolazione nei comuni piacentini, così come risultano dalle liste anagrafiche comunali (LAC) elaborate per la rilevazione della Regione (che - lo ricordiamo – è diversa da quella dell’Istat). Secondo tale rilevazione, i residenti in provincia di Piacenza ammontano a quella data complessivamente a 287.791 unità, di cui 141.066 maschi (il 49%) e 146.725 femmine (il 51%). La variazione rispetto al 2018 è positiva dello 0,05%, pari a 134 residenti in più. In particolare, la popolazione maschile cresce di 240 unità mentre quella femminile diminuisce di 106. 

1-17-20

Sempre alla fine del 2019 gli stranieri residenti sono 43.422, e risultano in aumento di 930 unità rispetto all’anno precedente (+2,2%), arrivando così ad incidere per il 15,1% sul totale della popolazione (erano il 14,8% nel 2018).  

2-11-13

3-8-42
 

Cala invece anche nel 2019, sulla scia del 2017 e del 2018 (e dopo la parentesi degli anni 2015/2016 contrassegnata da un leggero recupero), la popolazione di nazionalità italiana, 796 residenti in meno (-0,3%).  
 
Passando alle variazioni 2018-2017 a livello comunale (si vedano i grafici e le tabelle sotto riportati), a Piacenza la popolazione totale è cresciuta di 336 residenti (+0,3%), grazie soprattutto all’apporto di quella straniera (+579 unità), aumentata del 2,9%. Oggi nella città capoluogo l’incidenza degli stranieri (oltre 20.500) sul totale della popolazione residente è del 19,7% (era il 19,2% un anno prima). 
 
La dinamica demografica è stata comunque più positiva a Castel San Giovanni, il comune contraddistinto dalla maggior quota di stranieri a livello provinciale (22,8% dei residenti totali), registrando un +0,8% per la popolazione complessiva (+117 unità), ed un +4,7% per quella non italiana (+143 unità). Si riduce invece la popolazione a Fiorenzuola (-0,6%, circa 100 abitanti in meno), anche a seguito della contrazione dei residenti stranieri (-0,9%), e che li porta ad incidere sul totale per il 17,4%. Rottofreno infine, l’altro comune al di sopra dei 10mila abitanti, risulta stabile a livello demografico rispetto all’anno precedente (-0,04%), nonostante la flessione del 2,8% della componente straniera.  
 
Tra gli ambiti comunali di fascia demografica minore, emerge in territorio montano lo sviluppo della popolazione nel comune di Travo (+1,7%), qui grazie all’aumento della componente italiana, dato che quella straniera rimane su livelli sostanzialmente immutati. Prosegue d’altro canto lo spopolamento nelle altre aree della fascia appenninica, essendo generalizzata in questo contesto una contrazione dei residenti, -1,3% in media, con variazioni comprese tra -0,7% in Alta Val d’Arda e -3,2% in Alta Val Trebbia. 
 

4-36-28

5-29-14

Fonte: elaborazioni Provincia di Piacenza su dati (provvisori) anagrafi comunali LEGENDA - Area Centrale: A1-Capoluogo; A2-Prima cintura: Calendasco, Rottofreno, Gragnano; Gossolengo, Podenzano, Pontenure, Corso; A3-Seconda cintura: Gazzola, Vigolzone, San Giorgio, Cadeo. Val Tidone: B1-Bassa Val Tidone: Castel S. Giovanni, Borgonovo, Sarmato, Ziano; B2-Alta Val Tidone/Val Luretta: Pianello, Alta Val Tidone, Agazzano, Piozzano. Val Trebbia: C1-Medio bassa: Travo, Bobbio, Coli, Rivergaro; C2-Alta: Cortebrugnatella, Cerignale, Ottone, Zerba. Val Nure: D1-Medio bassa: Ponte dell’Olio, Bettola; D2-Alta: Farini, Ferriere. Bassa Val d’Arda: EMonticelli, Castelvetro, Villanova. Val d’Arda: F1-Medio bassa: Fiorenzuola, Alseno, Carpaneto, Besenzone, Cortemaggiore, S.Pietro in Cerro; F2-Alta: Gropparello, Castell’Arquato, Lugagnano, Morfasso, Vernasca. 
 
Debolmente positiva è risultata invece la variazione di popolazione, sempre tra il 2018 e il 2019, nel complesso dei comuni di pianura e in quelli di collina, con un +0,1% in ciascun ambito.  
 
Dall’analisi dei dati emerge infine che i comuni che hanno segnato i tassi più elevati di sviluppo demografico sono stati Sarmato (+2,3%), Gazzola e Travo (entrambi a +1,7%). I comuni che all’opposto evidenziano le maggiori variazioni negative di popolazione sono tutti dell’Appennino, Zerba (-5,5%), Ottone (-4,9%) e Ferriere (-3,2%). Anche Besenzone che appartiene alla fascia di pianura segna però un calo piuttosto accentuato (-3,1%).  
 
I Comuni dove nel corso del 2019 cresce la popolazione complessiva sono 15, su un totale di 46 (il 30%); quelli che registrano un incremento della sola popolazione straniera sono invece 18 (40%). Erano 24 un anno prima (52%). 

6-6-10

7-3-8

8-12

10-2-14

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

11-12
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento