Nel museo del Castello di Rivalta le bandiere della Battaglia di Lepanto

Un articolo del mensile “Radici Cristiane” ne racconta la storia

Il 7 ottobre del 1571 le flotte della Lega Santa (una coalizione di Stati europei) e quelle dell’Impero Ottomano, si scontrano nell’attuale Golfo di Corinto, all’epoca conosciuto come Golfo di Lepanto. La Battaglia di Lepanto fu una delle ultime combattute su imbarcazioni a remi, le galee.    

Tre dei vessilli originali che sventolarono sulle galee da guerra della famiglia Scotti – avi degli Zanardi Landi – durante lo scontro in cui i cristiani sconfissero i turchi, nonostante la prevalenza numerica delle navi di questi ultimi, sono – unitamente a undici piccole bandiere risalenti alla stessa battaglia - le rare e preziose testimonianze del passato militare esposte nel museo del Castello di Rivalta.  Lo evidenzia la rivista “Radici Cristiane” testata mensile che si richiama ai valori perenni della Civiltà europea e occidentale. 

Finora, scrive Mauro Faverzani nel numero di aprile, si sapeva che alla battaglia di Lepanto la Famiglia Scotti fosse presente con le proprie navi e con i propri stendardi. Grazie alle ricerche condotte dal conte Orazio Zanardi Landi e avvalorate nelle pagine del volume di Andrea Morosini dal titolo Storia della Repubblica Veneziana (1782), i nomi sono stati individuati: si tratta di Onorio Scotti che si imbarcò con 600 soldati sulle navi, che furono a Lepanto nel 1571 e Paolo Emilio Scotti, conte di Sarmato, probabilmente presente a Lepanto nel contingente del cugino Onorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli stendardi sono stati lasciati dalla bisnonna del conte Orazio Zanardi Landi: l’albero genealogico spiega come proprio dopo di lei gli Scotti di Sarmato siano confluiti nella Famiglia Zanardi Landi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento