Attualità

Nel Piacentino oltre 1100 celiaci, nelle scuole torna la giornata con un pasto senza glutine

Settimana Nazionale della Celiachia, torna l’iniziativa di sensibilizzazione anche nelle scuole: coinvolti 9mila 700 alunni degli istituti piacentini

(repertorio)

Nel Piacentino oltre 1100 celiaci, sensibilizzazione nelle scuole con la giornata con un pasto senza glutine. L’iniziativa - “Tutti a tavola, tutti insieme! le giornate del menù senza glutine” - fa parte della Settimana nazionale della Celiachia che si svolgerà in tutta Italia dal prossimo 15 al 23 maggio. Iniziativa a cui hanno aderito numerosi comuni piacentini e che coinvolgerà un totale di 9mila 700 alunni. «Da sempre l’Associazione Italiana Celiachia si impegna per tutelare i diritti delle persone celiache e dei loro familiari, soprattutto attraverso la sensibilizzazione verso le tematiche legate alla celiachia e all’alimentazione senza glutine. Al fine di coinvolgere scuola, amministrazioni e famiglie, è sorto il progetto per le scuole “In Fuga dal Glutine”, finanziato con i fondi del 5x1000 e basato su attività ludiche-educative, grazie alle quali la diversità (sia essa alimentare, culturale o religiosa) sia vissuta non come limite ma come risorsa» sottolineano gli ideatori del progetto. «Nell’ambito di questa attività di sensibilizzazione nelle scuole, grazie alla partecipazione e all'impegno degli assessorati all'istruzione dei Comuni della nostra Regione Emilia-Romagna, e alla fattiva e costruttiva collaborazione con Aic Emilia-Romagna, è nata una nuova iniziativa: Tutti a tavola, tutti insieme! Le giornate del menù senza glutine. Una giornata in cui tutte le mense scolastiche delle scuole d'Infanzia e Primaria, che aderiscono al progetto, servono a pranzo, un pasto naturalmente privo di glutine, per far comprendere anche ai bambini e alle loro famiglie che mangiare senza glutine si può e anche con gusto. L’obiettivo è di diffondere la conoscenza della celiachia e dell’alimentazione senza glutine al fine di garantire un diritto indispensabile di ogni bimbo: la completa e corretta integrazione degli alunni celiaci nel contesto scolastico».

Nella nostra provincia i comuni di Piacenza, Fiorenzuola d’Arda, Rivergaro, Alseno, Cortemaggiore, Cadeo, Gossolengo e Quarto, Podenzano, Castell’Arquato, Gragnano Trebbiense, San Giorgio Piacentino, Rottofreno, rinnovano l’adesione a questa iniziativa: durante la settimana nazionale nelle scuole aderenti verrà servito un menù naturalmente gluten-free, per trasformare il pranzo in un momento di libera e serena condivisone di gusti e sapori, per tutti i bambini. Una grande soddisfazione per Simonetta Mastromauro, referente regionale del progetto: «È bellissimo ed emozionante constatare il successo di un’iniziativa nata e sostenuta da volontari: persone che donano tempo ed energia per realizzare progetti che possano migliorare la vita di tutti i celiaci. E proprio come celiaca, è una gioia veder realizzati eventi che hanno il grande pregio di rivolgersi ai più giovani, per fornire loro risorse di sensibilizzazione e socializzazione a cui attingere per tutta la loro vita». L’iniziativa si inscrive nella Settimana Nazionale della Celiachia, in corso dal 15 al 23 maggio: in tutto il territorio italiano si svolgeranno incontri, manifestazioni, degustazioni, convegni con lo scopo di sensibilizzare tutti i cittadini sulle tematiche di una patologia la cui unica cura, ad oggi, consiste in un’alimentazione completamente priva di glutine. Le iniziative online in Emilia-Romagna sono consultabili al seguente link.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel Piacentino oltre 1100 celiaci, nelle scuole torna la giornata con un pasto senza glutine

IlPiacenza è in caricamento