rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Attualità

Nel ricordo di William Bottigelli lo sport piacentino abbraccia la Pediatria

L’associazione William Bottigelli rinnova il suo spiccato impegno sociale tornando all’ospedale di Piacenza. Tradizionale consegna dei doni per i bambini ricoverati

L’associazione William Bottigelli rinnova il suo spiccato impegno sociale tornando all’ospedale di Piacenza. “Solidarietà vuol dire guardare al di là del proprio piccolo mondo per accorgersi di chi ci è accanto e soffre”, recita la missione dell’associazione, che quest’anno ha portato una fetta rilevante dello sport piacentino in Pediatria. Tanti i doni per i più piccoli, altrettanti i volti che li hanno offerti. A cominciare dall’ex bomber del Piacenza Calcio, Daniele Cacia: “Sono anni che l’associazione William Bottigelli porta un sorriso in ospedale. Ci premeva, anche questa volta, lasciare un segno tangibile della nostra presenza”. Sono quasi dieci anni che l’ex Verona, Bologna e Ascoli (fra le squadre in cui ha militato) è in contatto con l’associazione. La lunga militanza, del resto, è una caratteristica che accomuna le varie realtà sportive intervenute. A Cacia ha fatto eco il giovane volto della nostra scherma, Francesco Matteo Curatolo, “felice di dare un po’ di speranza ai pazienti più giovani”. Lorenzo Bruno, ala del Rugby Lyons, ha confermato il costante impegno del mondo della palla ovale piacentino (“Ci teniamo ad essere sempre vicini all’ospedale”), mentre Roberto Spagnolo, team manager della Bakery Piacenza, ed Enrico Bergonzi, aiuto team manager e addetto agli arbitri dell’Assigeco Piacenza, in questa occasione, hanno vinto entrambi il derby della pallacanestro biancorossa. La sfida vera, quella sul parquet lucido striato di sudore, andrà in scena il 2 gennaio, una sfida che intanto Bakery e Assigeco si sono già portate a casa sul piano della solidarietà. Tancredi Cattone, social media manager della Gas Sales Piacenza, infine, ha sottolineato la presenza della pallavolo piacentina nonostante un calendario che infilerà 8 partite in 23 roventi giorni, un fuoco di fila figlio dei recuperi dovuti alla crisi Covid. “Ci preme, nonostante gli impegni pressanti, donare qualche ora lieta ai bambini”, ha concluso Cattone. Un intento che ha unito l’intero sport piacentino, stretto attorno all’ospedale nel nome di William Bottigelli.
Ad accogliere i doni, c’erano il direttore del dipartimento materno infantile Giacomo Biasucci, il responsabile del Pronto soccorso pediatrico Andrea Cella e le coordinatrici Barbara Cavalli ed Eliana Tripolini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel ricordo di William Bottigelli lo sport piacentino abbraccia la Pediatria

IlPiacenza è in caricamento