rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Rigenerazione urbana / Castelvetro Piacentino

Nelle ex scuole di Castelvetro “Un nuovo luogo di cultura": in Regione progetto da oltre un milione

Il Comune ha presentato alla Regione un progetto per il recupero delle ex scuole di Croce Santo Spirito, redatto grazie ad un percorso partecipato: ecco cosa prevede

Il Comune di Castelvetro ha presentato alla Regione un progetto da un milione e 860mila euro per il recupero delle ex scuole di Croce Santo Spirito, in centro paese. Nei mesi scorsi era stato avviato un percorso partecipativo con il coinvolgimento della comunità locale ed il contributo attivo dei cittadini, per far partire, preliminarmente alla redazione del progetto, una fase di consultazione e di ascolto con i cittadini, allo scopo di capire quali funzioni e usi futuri attribuire all’edificio delle Ex Scuole di Croce. «Il recupero dell’immobile di via Soldati rappresenta un importante tassello della valorizzazione della zona di Croce che fa seguito ai recenti interventi di riqualificazione legati al Polo Scolastico e agli Impianti sportivi di Via Dante» - è stato spiegato in un incontro in Municipio alla presenza del sindaco Luca Quintavalla, degli assessori della Giunta e dei tecnici del Comune. «Oggi cogliamo i frutti di un impegnativo lavoro di squadra, per il quale davvero mi sento di ringraziare tutti coloro che hanno collaborato - ha detto il sindaco -. La valenza di questo progetto va ben al di là della riqualificazione di un edificio, in quanto rappresenta la valorizzazione di un'intera parte del paese (zona di Croce), con una particolare "vocazione" ai giovani e all'ambito della cultura. Uno dei "punti di forza" della nostra Amministrazione in questi anni è stato quello di avere i progetti pronti per sfruttare le opportunità di finanziamento disponibili: così è stato per l'asilo, il polo scolastico, i centri sportivi, la "palazzina Biazzi", la rigenerazione urbana di via Roma, della piazza del Comune e del Parco. Anche per le ex scuole di Croce, dunque, ci candidiamo per cogliere al meglio tutte le occasioni di finanziamento che si presenteranno».

Il progetto, come detto, è stato presentato alla Regione nell’ambito del bando di rigenerazione urbana, per il quale sono messi a disposizione delle Amministrazioni con meno di 60mila abitanti circa 27milioni di euro. Per arrivare a stabilire le priorità di intervento e il possibile utilizzo da parte della cittadinanza, il Comune con Città Futura ha coinvolto la comunità in un percorso che aveva preso il via lo scorso settembre; oltre alla somministrazione di un questionario sia cartaceo che online. Da questi sono emerse le esigenze dei cittadini, prese in considerazione dall’Amministrazione per la redazione del progetto, dal nome “Un nuovo luogo di cultura”, che prevede: una nuova biblioteca, realizzata con criteri di sostenibilità e di piena accessibilità ai luoghi di cultura, dotata anche di sala studio e locale per i più piccoli; spazi aggregativi per giovani comprensivi di sala per gruppi musicali insonorizzata; sale polifunzionali in cui sarà possibile svolgere diverse attività (cucina, corsi di danza/musica, ecc.); auditorium per eventi, con capienza fino a 100 persone; area verde esterna completamente riqualificata ed attrezzata per attività ed eventi; pista ciclabile di collegamento tra via Soldati e via Balera. «Il progetto potrà essere candidato anche su bandi di finanziamento Pnrr di prossima uscita» - fa sapere l’Amministrazione.

WhatsApp Image 2021-12-02 at 11.25.16 (2)-2

WhatsApp Image 2021-12-02 at 11.25.16-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nelle ex scuole di Castelvetro “Un nuovo luogo di cultura": in Regione progetto da oltre un milione

IlPiacenza è in caricamento