rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
La risposta dell'ordine degli avvocati

«Non è dell'ordine degli avvocati la funzione di decidere sulla legittimità di un provvedimento»

A pochi giorni dalla lettera dei 45 avvocati, ecco che arriva la risposta

A pochi giorni dalla pubblicazione della lettera che 45 avvocati hanno inviato all'Ordine piacentino, presieduto da Giovanni Giuffrida, nella quale chiedevano che l'organo prendesse una precisa posizione sull'obbligo di Green Pass per i legali e l’obbligo vaccinale per quelli ultracinquantenni per accedere al tribunale, ecco che arriva la risposta che pubblichiamo integralmente:

«Il Consiglio dell'Ordine, cui sollecitate una precisa presa di posizione e una "forte censura" in ordine alle tematiche agitate nella Vostra lettera aperta al Presidente del Consiglio dell'Ordine dello scorso 4 febbraio (non sottoscritta), recentemente trasmessa anche agli organi della stampa locale che ne hanno dato ampia diffusione insieme a quella che, per iniziative individuali, ne è stata data attraverso pagine personali di social network, ha pare superfluo precisarlo funzione rappresentativa dell'intera Avvocatura ed esercita i compiti istituzionali e le prerogative delineati e definiti dall'articolo 29 della Legge Professionale Forense. Prendendo atto delle vostre considerazioni, che attengono a scelte e ragioni di ordine politico-normativo, non si può dunque non osservare come altri debbano essere i destinatari delle stesse. Certamente saprà e potrà ognuno di voi, con le competenze e le capacità di padroneggiare i rimedi e gli strumenti che l'ordinamento pone ed assicura a chiunque, e a maggior ragione a chi con giusto orgoglio rivendica il proprio essere giurista e l'alta funzione dell'esercizio del diritto di difesa, assumere con efficacia e tempestività le iniziative e le azioni maggiormente confacenti ed idonee ad assicurare la tutela dei diritti e delle garanzie nel primario interesse dei propri assistiti al fine di rimuovere i lamentati vulnera, le rilevate compressioni del diritto di difesa, le pretese palesi e macroscopiche violazioni della Carta Costituzionale».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Non è dell'ordine degli avvocati la funzione di decidere sulla legittimità di un provvedimento»

IlPiacenza è in caricamento