rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Attualità

Nuovi alberi in via Mischi, l'assessore Mancioppi: «Più curata e più sicura»

Concluso l'intervento di riqualificazione del patrimonio arboreo con la sostituzione di 16 piante

Si è concluso a Piacenza l'intervento di riqualificazione del patrimonio arboreo di Via Mischi, che ha visto la sostituzione di 16 piante, in larga parte Celtis Australis (comunemente detto Bagolaro o spaccasassi) e la messa a dimora, al loro posto, di esemplari di Carpinus betulus Pyramidalis. «Negli anni – spiega l'Assessore all'Ambiente Paolo Mancioppi – via Mischi è stata interessata dalla posa di alberature disomogenee tra di loro per età, specie e dimensione. Oltre a non essere esteticamente gradevole alla vista, proprio queste piante hanno creato disconnessioni nei marciapiedi con pericoli per la circolazione ciclopedonale. Nel complessivo piano di riqualificazione del patrimonio arboreo cittadino, quindi, si è deciso di intervenire sulla via con un progetto che, nel sostituire le piante più impattanti da questo punto di vista, permettesse di avere nel tempo alberature omogenee capaci di rendere più gradevole anche l'impatto visivo. Inoltre, durante l'intervento, si è proceduto con la sistemazione dei tratti di marciapiedi rovinati dalle radici delle piante rimosse». In un’ottica di sostenibilità e di riciclo vegetale circolare, inoltre, le essenze arboree prelevate in Via Mischi, opportunamente trattate per essere piantumate in un altro luogo (radici poste nella sabbia e trattamento con micorrize, funghi deputati allo stimolo della crescita radicale), sono state collocate nelle scuole Carella e 2 Giugno in numero pari: 8 nella prima scuola ed 8 nella seconda. «Oltre ad arricchire le aree verdi delle due scuole – conclude Mancioppi – si è così realizzato un progetto, concordato con insegnanti e dirigenti scolastici, a forte valenza educativa per i giovani studenti dei due istituti». Nei posti auto individuati su Largo Brigata Piacenza, la sosta è regolamentata con disco orario per la durata massima di 90 minuti, nei giorni feriali, dalle 9 alle 19. Al di fuori di questi stalli vige il divieto di sosta con rimozione forzata. L'ingresso in tale area è permesso da Piazza Cittadella, mentre è istituito il divieto di circolazione, e di sosta, nel tratto di stradello che costeggia Palazzo Farnese sul lato del campo Daturi, fino all'intersezione con Viale Risorgimento.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi alberi in via Mischi, l'assessore Mancioppi: «Più curata e più sicura»

IlPiacenza è in caricamento