Nuovi alloggi universitari nell'ex collegio San Vincenzo, Barbieri: «Segno di speranza per i giovani»

La struttura è stata oggetto di un importante intervento di riqualificazione che concretizza un progetto di durata decennale, sostenuto dalle diverse Amministrazioni succedutesi alla guida delle istituzioni locali e della Asp Morigi–De Cesaris

Inaugurata venerdì 22 gennaio la residenza universitaria nel complesso dell'ex collegio San Vincenzo, oggetto di un importante intervento di riqualificazione che concretizza un progetto di durata decennale, sostenuto dalle diverse Amministrazioni succedutesi alla guida delle istituzioni locali e della Asp Morigi–De Cesaris. «E’ uno spazio prestigioso la cui consegna ha un messaggio di speranza per i nostri studenti e i nostri giovani», ha detto il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri presentando i lavori che sono durati 10 anni. La residenza ha una capienza di 92 alloggi e già 15 sono occupati da studenti stranieri che per due mesi frequenteranno un master all’Università Cattolica. Presenti l’Amministratore dell’Asp Morigi-De Cesaris Giuseppe Brianzi, il progettista dei lavori, architetto Giuseppe Oddi, gli ex sindaci Roberto Reggi e Paolo Dosi le cui Amministrazioni furono coinvolte nel susseguirsi del progetto di riqualificazione (nel video tutte le interviste). Presenti anche le istituzioni militati e i politici piacentini che siedono in Parlamento e in Consiglio regionale.

In una lettera il ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Paola De Micheli, scrive: «L’ex Collegio San Vincenzo restaurato e oggi restituito a nuova vita è importante per almeno tre ragioni: perché è un investimento sul futuro di Piacenza, sul sapere e sui giovani, e perché rilancia un edificio nel cuore del centro storico attraverso una vocazione sociale ed educativa. La terza ragione è forse quella che più appartiene alla mia condizione attuale, quella di Ministra della Repubblica chiamata a una grande responsabilità nei confronti dei cittadini: la dimostrazione che esistono le buone leggi dello Stato al servizio delle persone e delle comunità». I lavori sono stati finanziati anche grazie a quattro milioni e mezzo di euro del Ministero dell’Istruzione. «Dopo un tenace lavoro di preparazione, di confronto istituzionale e di raccordo con il territorio – prosegue De Micheli -, l’idea di rilanciare non solo un complesso monumentale di valore, ma anche di puntare sulla vocazione universitaria di Piacenza, è diventata realtà. Piacenza deve continuare con convinzione e unità d’intenti su questa strada, quella di investire sulla conoscenza e sulle nostre università, in questo senso l’avvio annunciato dall’Azienda Sanitaria del nuovo corso di laurea in Medicina, che sto seguendo in prima persona, è un fatto di grande rilievo».

Si parla di

Video popolari

Nuovi alloggi universitari nell'ex collegio San Vincenzo, Barbieri: «Segno di speranza per i giovani»

IlPiacenza è in caricamento