Don Federico Tagliaferri nuovo parroco di San Giuseppe Operaio

Il co-parroco della parrocchia del Preziosissimo Sangue è il successore di don Stefano Segalini, arrestato dalla polizia per presunti abusi sessuali

Don Federico Tagliaferri

Si è riunito la mattina del 29 agosto in Curia Vescovile il Consiglio Episcopale presieduto dal vescovo Gianni Ambrosio. «La questione più urgente che è stata affrontata - si legge nella nota della Diocesi - è quella della nomina del parroco della parrocchia cittadina di san Giuseppe Operaio. Dopo lunga riflessione, il vescovo e il Consiglio episcopale hanno chiesto a don Federico Tagliaferri, co-parroco della parrocchia del Preziosissimo Sangue, di assumere questo compito per ridare serenità e slancio alla comunità». Il riferimento è ovviamente alla vicenda dell'ex parroco don Stefano Segalini, arrestato dalla polizia agli inizi di luglio per presunti abusi sessuali, e il cui iter giudiziario è ancora aperto. Don Segalini attualmente è ancora agli arresti domiciliari in una struttura diocesana in Lombardia.
«Don Federico - prosegue - ha dichiarato la sua disponibilità ad assumere la responsabilità pastorale della comunità. A breve, verrà comunicato il nominativo del co-parroco del Preziosissimo Sangue e di san Corrado.
Un particolare ringraziamento va a don Giuseppe Basini, Vicario Episcopale della città che, con il Vicario Generale mons. Luigi Chiesa, ha svolto con dedizione il compito di amministratore parrocchiale di san Giuseppe Operaio».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbalzato dall’auto che si ribalta nel campo, muore un 51enne

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Presidente del Vigolo aggredito a bastonate e rapinato, è grave

  • Investito da una fiammata, gravissimo

  • Raduno del Secondo Raggruppamento Alpini, come cambia la viabilità

  • In bilico sul viadotto dell'A21, i poliziotti della Stradale lo salvano appena in tempo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento