Giovedì, 23 Settembre 2021
Attualità

Vaccino anti-Covid, oltre 6mila300 under 80 piacentini devono ancora prenotare

La percentuale è pari al 45%, l’appello del D.g. Luca Baldino: «Venite a vaccinarvi». Tra gli over 80 in 16mila144 hanno già ricevuto il vaccino, 10mila211 le persone “estremamente vulnerabili” prenotate

Oltre 6mila 300 under 80 piacentini non hanno ancora prenotato il vaccino anti-Covid19, ovvero il 45% dei soggetti tra i 79 e i 75 anni. È uno dei dati che emerge dal report settimanale dell’Asl di Piacenza e che si traduce in un appello del direttore generale Luca Baldino: «Invitiamo chi deve ancora farlo a farsi avanti, per gli under 80 la prima data è disponibile già dal 31 marzo». Una percentuale piuttosto alta, «noi ce la spieghiamo come un’onda lunga del fenomeno Astrazeneca - aggiunge il D.g. - ma c’è da dire che Piacenza è sempre un pochina più bassa rispetto alle medie regionali sui vaccini, questo è indicativo anche di un umore generale del territorio su questo tema. Colgo quindi l'occasione per dire "venite a vaccinarvi». Guardando al report settimanale i piacentini over 80 a cui è già stato somministrato il vaccino sono in totale 16mila 144 (60%), 5mila 958 quelli che hanno già prenotato (22%) e 4mila829 quelli che devono ancora procedere con la prenotazione (18%). La prima data attualmente prenotabile è quella del prossimo 2 aprile. Nella fascia di età compresa tra 79 e i 75 anni, i già vaccinati sono 3mila991 (29%), i prenotati 3mila 657 (26%) e 6mila 313 i restanti da prenotare-vaccinare (45%). In questo caso la prima data prenotabile è quella di mercoledì 31 marzo.

                                                                          vaccinazioni2-2 

«Gazie alle maggiori consegne di Pfizer abbiamo potuto aprire più posti - spiega il D.g. - quindi abbiamo richiamato 750 persone già prenotate, proponendo loro di anticipare la vaccinazione e cosa analoga andremo a fare con le persone tra i 79 e 75 anni». In merito alla lista dei riservisti Baldino precisa che «da quando abbiamo iniziato a vaccinare, nel caso in cui dovesse avanzare qualche dose, andiamo a contattare le persone prenotate per il giorno dopo proponendo loro di venirlo a fare subito, per ora questo sistema ha sempre funzionato, non abbiamo mai buttato una dose. Può darsi che nel sistema di prenotazione si crei qualche buco, nel caso i posti che si liberano vengono immediatamente resi disponibili nel sistema prenotativo».

Continua anche l'attività degli Ambulatori di prossimità, pensati per garantire la maggior adesione possibile di anziani e grandi anziani alla campagna vaccinale. Quelli programmati per i prossimi giorni sono Corte Brugnatella (giovedì 31 Marzo), Alseno (venerdì 9 Aprile), Nibbiano, Carpaneto e Vigolzone, quest’ultime in programmazione senza ancora date definite. Sono calendarizzati ulteriori appuntamenti per la somministrazione delle seconde dosi. Il numero totale dei vaccinati piacentini con una dose ad oggi è pari a 21mila 732 (18mila 663 con 2 dosi), ripartiti nelle categorie indicate nella tabella sottostante.

                           vaccinazioni-5

Prosegue la vaccinazione delle persone “estremamente vulnerabili” avviata il 22 marzo scorso presso le sedi vaccinali provinciali. Per il nostro territorio, nella condizione di estrema vulnerabilità definita a livello nazionale in relazione a determinate problematiche di salute, rientrano circa 16mila soggetti, «che potrebbero aumentare a 18mila mano a mano che andiamo a completare le liste», spiega il d.g. dell’Asl di Piacenza. Attualmente sono 10mila 211 le persone prenotate per la vaccinazione. In questa categoria rientrano anche i ragazzi con meno di 16 anni per i quali non è ancora disponibile un vaccino. «Si tratta di circa 900 casi nel nostro territorio – spiega Baldino – ed è importante fare attorno a loro uno “scudo” e quindi stiamo procedendo vaccinando tutti i membri dei loro nuclei famigliari». Iniziata anche la vaccinazione ai caregiver, con 934 persone prenotate. «Attualmente la media settimanale è di 1500 vaccini al giorno, arriveremo a una media giornaliera di 1700-1800 vaccini e aumenteremo mano a mano, con l’arrivo delle dosi. Il 12 aprile aprirà Expo, un nuovo punto vaccinale che ci permetterà di arrivare a 4mila vaccini al giorno». Sull'attivazione dei centri vaccinali aperti fino a notte, annunciati da Bonaccini, si sta preparando anche Piacenza. «Il centro sarà ovviamente l’arsenale, ci stiamo attrezzando - precisa Baldino - penso partiremo dalla settimana prossima, cercando di capire qual è l’effettiva adesione da parte dei pazienti. La quantità dei vaccini che possiamo fare è fissa, ampliare l’orario serale è quindi qualcosa che va incontro alle esigenze delle cittadini, probabilmente sarà più utile nel momento in cui vaccineremo un maggior numero di persone in età lavorativa, non penso avremo tantissime adesioni per ora, ma intanto ci prepariamo».

In tutto sono state somministrate 59mila 64 dosi, con una rapporto dose-popolazione del 20,6%, pari ad 14,1% della popolazione. In merito alla sperimentazione a cui Piacenza partecipa per il primo vaccino italiano sono già arrivate più di 150 proposte di volontari.

                                 vaccinazione1-2

                                                                 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino anti-Covid, oltre 6mila300 under 80 piacentini devono ancora prenotare

IlPiacenza è in caricamento