rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Attualità

Oltre due terzi dei piacentini risiedono in pianura, nel 29% del territorio

La popolazione al dicembre 2020 della nostra Provincia: la montagna con il 38% del territorio ha solo il 5% della popolazione

A chiusura dei report sulla dinamica demografica 2020  di Piacenza città e del quadro complessivo della Provincia, presentiamo il territorio provinciale segmentato per fascia di altitudine secondo la classificazione Istat.

A-11

La popolazione complessiva al 31 dicembre 2020 conta  285.064 persone ed è concentrata in particolare nel comune copoluogo dove su una superficie di poco inferiore al 5% del territorio provinciale abita il 36% della popolazione complessiva. Gli altri 16 comuni di pianura costituiscono circa il 24% del territorio e hanno il 29% degli abitanti.  

B-10

C-8

La collina (18 comuni), estesa sul 34% della superficie provinciale, ha il 30% della polazione. Il territorio di montagna composto di 11 comuni è l’area più vasta,38%, ma vi risiede solo il 5% della popolazione.

La densità abitativa della intera provinca è di 110 abitanti per Kmq, con gli estremi di 876 in città 15 nelle località dell’Appennino.

Dal 1861 anno del 1° Censimento generale della popolazione italiana al 1° gennaio scorso, gli abitanti dell’intera provincia sono aumentati di 65.261 unità (+30%). Il 1921 è il censimento con più residenti in collina (107.205) e in montagna (57.397); il  2011 quello della pianura (18.7573).

Il 1931 è il Censimento record per  l’intera Provincia: 295.992 abitanti. L’anno record di Piacenza città è stato il 1976 con 109.250, in calo di 211 al successivoi censimento (1981).

D-6

E-6

Indicatori demografici

Nel 2020 sull’intero territorio provinciale i nati sono stati il 39% dei decessi. La pianura è al 42%, la collina al 38% e la montagna al 13%.

Le iscrizioni anagrafiche in entrata  hanno superato le cancellazioni per trasferimenti di residenza in tutte le zone altimetriche di questo report. Il conseguente Tasso demografico di attrattività: differenza tra n° iscrizioni anagrafe e cancellazioni x 1000 abitanti segna +0,4. La migliore performance è per la montagna 1,1; la collina è allo 0,5 e la città a 0,3.

LE NAZIONALITA’ STRANIERE (*)

Nell’anno concluso gli stranieri sono saliti a 43.245 (+ 325 / +0,8%) e ora costituiscono il 15,1 % della popolazione. La loro presenza è cresciuta nei comuni di pianura + 428 e di montagna +3; in calo in collina -106.

L’etnia straniera rispetto al Censimento 2011 mantiene il segno positivo in fascia territoriale collina + 876, pianura +1112, città +5059. In regresso di 14 abitanti la montagna. Nel complesso oltre settemila abitanti in più.

Le etnie più numersoe sono: Romania e Albania con circa 3000 presenze ognuna; Marocco oltre 2 mila, India 1300, Egitto e Macedonia con circa 1100.

(*) La definizione di popolazione straniera è quella dell’Istat, ed è costituita da tutti coloro che risiedono in un paese ma hanno cittadinanza di un altro; include comunitari e extra comunitari, compresi i nati in Italia. Non comprende, invece, la componente più instabile dei flussi migratori, ossia i migranti e richiedenti asilo che non si sono ancora stabilizzati in un paese e forse non lo faranno mai.

Cartolina demo Provincia-2

FONTI. I dati di flusso provengono dagli Uffici anagrafe dei Comuni (mod. Istat P2-P3), che ringraziamo per la cortese collaborazione. I totali di fine anno non sono ufficiali perché verranno determinati in sede nazionale dall’Istat. Tabelle e grafica sono di nostra elaborazione con la consulenza di Giuseppe Pagani. L’immagine di copertina è di Oreste Grana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre due terzi dei piacentini risiedono in pianura, nel 29% del territorio

IlPiacenza è in caricamento