rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Attualità

Orti urbani, al via l'iter di approvazione del regolamento unitario per accesso e fruizione

Ok dalla Giunta al testo, l’assessore Zandonella: «Racchiude aspetti tecnici fondamentali e valorizza anche il processo di coinvolgimento della cittadinanza, delle associazioni, delle scuole e dei volontari»

Orti urbani, al via l'iter per l'approvazione del regolamento per accesso e fruizione. La Giunta comunale ha approvato, nella seduta di giovedì 18 novembre, il testo del Regolamento di gestione degli orti urbani, il cui ipercorso amministrativo proseguirà in sede di Commissione e di Assemblea consiliare per la definitiva validazione o con eventuali modifiche e integrazioni. «Finalmente – sottolinea l'assessore alla Partecipazione Luca Zandonella – si dà attuazione a un documento unitario, che possa normare in modo uniforme su tutto il territorio cittadino l'accesso agli orti urbani e la loro fruizione. Un provvedimento atteso da quasi dieci anni, ovvero dall'abolizione delle Circoscrizioni cui competeva, in ogni quartiere, la gestione di questi spazi pubblici così preziosi, che l'Amministrazione intende promuovere come esempio di buona gestione del bene comune, con l'obiettivo di aumentare, per quanto possibile, il numero degli appezzamenti disponibili nei prossimi anni».

«Il Regolamento – aggiunge Zandonella – recepisce le istanze emerse durante gli incontri pubblici tenutisi nei mesi estivi, nell'ambito del percorso partecipativo che ha avuto, come teatro, proprio le aree destinate alla coltivazione. Ringrazio gli ortisti per la fattiva presenza, la disponibilità nel fornire suggerimenti e proposte, nonché per la cura costante che hanno dedicato ai terreni, mantenendoli in ottimo stato. Colgo l'occasione per rimarcare anche il lavoro svolto con grande impegno e attenzione da tutti gli uffici comunali coinvolti nella stesura del testo, che racchiude non solo aspetti tecnici fondamentali, ma valorizza anche il processo di coinvolgimento della cittadinanza, del tessuto associativo, delle scuole e del mondo del volontariato nella gestione sostenibile del territorio, promuovendo la produzione a km 0 e la stagionalità degli alimenti, nonché la realizzazione di attività didattiche e di inclusione sociale».

Attualmente, le aree urbane destinate ad orto pubblico sono situate in via Degani, via Boselli, via Einaudi, nel parco di Montecucco e, con accesso da via Tramello, nell'area pertinente alla basilica di Santa Maria di Campagna acquisita in comodato d'uso gratuito dalla Provincia di S. Antonio dei Frati Minori. In coerenza con le finalità dell'Agenda 2030, si legge nel documento approvato dalla Giunta, «è interesse del Comune favorire un graduale incremento delle aree coltivabili, in funzione di un generale miglioramento della qualità ambientale, della mitigazione della temperatura per garantire il diritto al cibo di tutti i cittadini, nonché per promuovere benessere e integrazione sociale».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orti urbani, al via l'iter di approvazione del regolamento unitario per accesso e fruizione

IlPiacenza è in caricamento