menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Otto nidi di Unicoop della provincia aperti con la formula estiva

Dopo il nido MagicaBuladi Podenzano, ha aperto le porte il micronido La casa di Pollicino di Vernasca; seguiranno il Cocco&Drilli di Lugagnano Val d’Arda, il nido Oh che bel castello di Castell’Arquato, il micronido di Morfasso, il Girogirotondo di Ponte dell’Olio e L’albero dei sogni di Vigolzone, oltre a La Stella Marina di Sarmato

Ripresa delle attività per i nidi di Unicoop che riapriranno ai loro bimbi con una formula di centro estivo: dopo il nido MagicaBuladi Podenzano, lunedì 29 giugno ha aperto le porte il micronido La casa di Pollicino di Vernasca; seguiranno mercoledì 1° luglio il Cocco&Drilli di Lugagnano Val d’Arda, il nido Oh che bel castello di Castell’Arquato, il micronido di Morfasso, il Girogirotondo di Ponte dell’Olio e L’albero dei sogni di Vigolzone. Il 6 luglio rientreranno anche i bimbi del nido La Stella Marina di Sarmato. 

«Un intervento a sostegno delle famiglie molto richiesto e molto atteso – conferma Valentina Suzzani, presidente della Cooperativa Unicoop che gestisce le strutture - che permetterà ai genitori di tornare serenamente al lavoro e ai bambini di riprendere il percorso educativo avviato con gli educatori prima della chiusura forzata per la pandemia».

Le riaperture sono state rese possibili grazie al prezioso lavoro di riorganizzazione dei servizi portato avanti con le Amministrazioni Comunali. Nel rispetto del Protocollo regionale, le attività che si svolgeranno prevalentemente negli spazi esterni e nei giardini dei nidi, saranno organizzate per piccoli gruppi di bambini, fino a un massimo di 5, sempre con lo stesso educatore. 

Unicoop adotta Protocolli e procedure anticovid elaborate col supporto scientifico dell'infettivologo dottor Marzio Sisti e sta provvedendo alla sanificazione dei locali. «Oltre alla consolidata cura della qualità educativa, Unicoop applica la massima attenzione agli aspetti della sicurezza sanitaria e prevede standard superiori ai Protocolli di legge – prosegue Suzzani – tanto che tutti gli operatori vengono sottoposti, prima dell’avvio del servizio, al test sierologico».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

A Roncaglia sono partiti i lavori del maxi capannone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Piacenza scongiura la zona rossa: si resta in "arancione"

  • Cronaca

    Il nuovo Dpcm "anti varianti": che cosa cambia fino a Pasqua

  • Economia

    Cattolica, si lavora ad un robot per la potatura dei vigneti

  • Cronaca

    Controllo del territorio e Covid, più pattuglie in strada

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento