rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Attualità

Pedofilia e pedopornografia, un tavolo provinciale per tutelare i minori

Con reti di collaborazione tra istituzioni civili, scolastiche, ecclesiali, enti locali, forze dell’ordine e magistratura, associazioni sportive e di volontariato

Il 5 maggio ricorre la Giornata nazionale contro la pedofilia e pedopornografia istituita dalla Legge 41/2009. In concomitanza di questa giornata è stato istituito in Prefettura a Piacenza, nell’ambito della conferenza permanente, il tavolo territoriale di coordinamento per la promozione della tutela dei minori e degli adulti vulnerabili.

Obiettivo del tavolo è la prevenzione e il contrasto di ogni forma di abuso nei confronti di minori e adulti vulnerabili, dando vita a reti di collaborazione tra istituzioni civili, scolastiche, ecclesiali, enti locali, forze dell’ordine e magistratura, associazioni sportive e di volontariato, al fine di promuovere un’alleanza sistemica di prevenzione, protezione e formazione tra i diversi contesti del territorio abitati dai minori e dagli adulti vulnerabili. Primo impegno condiviso e assunto dagli enti e istituzioni aderenti al tavolo è quello di promuovere nei prossimi mesi progetti formativi destinati a tutti gli adulti che in ragione della responsabilità educativa, giuridica, sociale, sportiva, ecclesiale operano con minori e adulti vulnerabili, nelle varie realtà del territorio. Si intende cosi rendere concreta ed efficace la diffusione di una rinnovata cultura della tutela e la creazione di ambienti sicuri, ovunque e per tutti, secondo una prospettiva di intervento globale, propositiva e proattiva.

Aderiscono al tavolo, promosso da Prefettura e Diocesi di Piacenza-Bobbio, Questura, Comando Provinciale dei Carabinieri, Comando Provinciale della Guardia di Finanza, Procura della Repubblica, la Procura presso il Tribunale per i minorenni, Coni, Ausl, Ufficio scolastico provinciale, enti locali, associazioni di volontariato e altre forme associative della società civile.

«Il tavolo avviato – aggiunge il vescovo Adriano Cevolotto - è una sfida che richiama i contesti in cui i minori vivono oggi, le istituzioni, a ritrovare la propria responsabilità per promuovere ambienti sicuri in una rinnovata alleanza educativa e sociale che mette al centro la cura dei minori e degli adulti vulnerabili. Siamo chiamati a costruire con e per le nuove generazioni legami e non legacci, il cui bene non è dato da una singola dimensione o realtà dell'esistenza, ma da un tessuto relazionale nel suo complesso». «Nello spirito della legge n. 41/2009 – interviene il prefetto Daniela Lupo - questa giornata nazionale di sensibilizzazione genera nella Provincia di Piacenza un’attività permanente e non episodica di collaborazione in una rete istituzionale e sociale, tesa a potenziare e consolidare la cultura e la pratica della tutela vigile e solidale dei minori e degli adulti più fragili».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedofilia e pedopornografia, un tavolo provinciale per tutelare i minori

IlPiacenza è in caricamento