«Per la casa di riposo Albesani siamo alla ricerca di personale e mascherine»

L’Amministrazione di Castelsangiovanni: «Nella struttura isolati coloro che presentavano i sintomi. Alloggi gratuiti per chi viene a sostituire il personale»

«Sono pervenuti messaggi con i quali si chiede di conoscere l’attuale situazione della Cra Albesani, casa di riposo presente nel nostro comune e gestita dall’Azienda servizi alla persona Asp Azalea». Così l’Amministrazione di Castelsangiovanni del sindaco Lucia Fontana intende fare alcune precisazioni sulla situazione della casa di riposo castellana.

«Nello spirito di un constante aggiornamento dei cittadini sulla evoluzione della situazione epidemiologica e sui suoi effetti nel nostro ambito comunale, rispondiamo a queste richieste condividendo le preoccupazioni per la salute degli anziani ospiti dell’Albesani, molti dei quali sono parenti, amici e conoscenti di chi legge. Presso la casa di riposo Albesani sono ospitate persone che per età, per condizioni di non autosufficienza e per altre patologie pregresse, rappresentano una categoria particolarmente fragile. Per questo motivo il Comune di Castelsangiovanni, quale socio di maggioranza di Asp Azalea che gestisce la struttura, ha svolto sin dall’inizio dell’emergenza sanitaria un ruolo di sollecitatore nei confronti di Asp Azalea e di Ausl Piacenza, ciascuna per le proprie competenze, affinché fosse posta una particolare attenzione nell’adozione di tutte le misure di tutela disposte dai provvedimenti statali e regionali al fine della salvaguardia degli ospiti per contrastare il rischio di contagio, quali ad esempio la rigida limitazione degli accessi di parenti e amici per evitare che potessero del tutto involontariamente far entrare il virus in struttura, nonché l’opportuna separazione degli ospiti al palesarsi dei sintomi».

«L’aggressività e la diffusività del virus che ben conoscete non ha tuttavia lasciato indenne neppure la Cra Albesani la cui situazione appare oggi analoga a quella di numerose altre strutture Cra presenti nella nostra provincia, nelle quali si sono registrati casi di contagio, carenza di personale assente per malattia (medici, Oss, infermieri) e difficoltà nell’approvvigionamento dei presidi di sicurezza, in special modo mascherine FFP2 e FFP3. Alla difficoltà denunciata da Asp Azalea di procurarsi i presidi di sicurezza, il Comune si è attivato nell’individuare tutte le possibili fonti di approvvigionamento (protezione civile, privati, imprenditori e aziende del territorio) al fine di sopperire quanto meno in parte alla ben nota carenza dei citati presidi. Inoltre per affrontare il problema della carenza di parte del personale assente per malattia, l’Asp Azalea riferisce di essersi attivata utilizzando tutti i possibili canali privati e istituzionali per poter reclutare nuovi infermieri e OSS. Al fine di poter facilitare per quanto possibile la risposta a questa domanda di personale, l’Amministrazione comunale ha già dichiarato la sua disponibilità a fornire gratuitamente alloggi a chi si rendesse disponibile».

«Il gestore Asp Azalea, a nostra richiesta di aggiornamenti sulla situazione dell’Albesani, ci ha poi comunicato di aver provveduto ad isolare via via gli ospiti che hanno manifestato sintomi Covid al fine di scongiurare quanto più possibile i contagi. Inoltre, ci è stato comunicato che l’Azienda USL tramite l’Ufficio di Igiene Pubblica provvederà nei prossimi giorni, come da interventi programmati sulle Cra provinciali, ad effettuare tamponi a campione sugli ospiti. Al fine di assicurare un puntuale monitoraggio delle Cra provinciali, ed in particolare per quanto ci riguarda dell’Albesani, è stato costituito ed è operativo un gruppo tecnico di lavoro provinciale in cui anche il nostro Comune ha una rappresentanza tecnica e che opera con la finalità di presidiare l’emergenza in ambito sociosanitario, mantenere un costante aggiornamento con tutte le Cra, supportare i gestori nelle scelte e nelle azioni da intraprendere e condividere protocolli per uniformare il metodo e le modalità operative. Il Comune si è fatto anche tramite di un costante rapporto con la Regione alla quale vengono rappresentate le criticità del nostro territorio e vengono richieste urgenti indicazioni e concreto supporto». «Riteniamo assolutamente doverosa la costante comunicazione tra Asp Azalea e i congiunti degli ospiti ai quali vanno fornite tutte le notizie in merito allo stato di salute dei loro familiari ed in tal senso sollecitiamo l’Asp a provvedere. Assicuriamo il massimo impegno per fronteggiare la drammatica situazione che stiamo vivendo, nella consapevolezza della particolare fragilità dei nostri anziani».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Bimbo di un anno in ospedale per cocaina, arrestati i genitori e i nonni

  • Invia le foto del tradimento alla moglie dell'amante della sua compagna, prima condanna per revenge porn a Piacenza

  • Sorprende i ladri in casa, 90enne scaraventata a terra e rapinata

  • «Mi dispiace per quanto ho fatto, mi hanno aggredito e mi sono solo difeso»

  • Ricette piacentine: la torta di patate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento