Sabato, 13 Luglio 2024
Attualità

«Perché fare volontariato? Scopriamolo insieme, diamoci una mano»

L'incontro dell'associazione La Ricerca con il professor Paolo Rizzi, docente della Cattolica di Piacenza, che si terrà nel pomeriggio di venerdì 10 giugno alle 17

“Camminiamo insieme, diamoci una mano”. L’esortazione a ritrovarsi per ritrovare un senso e in qualche modo essere testimonianza concreta di relazioni buone, perché – scusate il gioco di parole - “far bene il bene fa stare bene”, dà il titolo ad un ciclo di incontri di formazione al volontariato che La Ricerca ha organizzato insieme ai suoi volontari riuniti nell’associazione “PaCe” (Persona al Centro) per riflettere insieme sui grandi temi che toccano da vicino le nostre vite, condizionano la nostra quotidianità, il nostro esistere. Inaugurato per aspiranti volontari con un laboratorio motivazionale (“Apri gli occhi, senti con il cuore, tocca con mano”), il percorso si apre al pubblico con una conferenza che il professor Paolo Rizzi, docente della Cattolica di Piacenza (Facoltà di Economia e Giurisprudenza) terrà nel pomeriggio di venerdì 10 giugno, alle 17, nella sede della onlus in Stradone Farnese 96, dal titolo “La povertà socioeconomica oggi, un rischio per tutti”.

Il ciclo proseguirà dopo l’estate con un appuntamento (il 30 settembre sempre alle 17 nella sede La Ricerca) con l’assistente spirituale don Alessandro Ponticelli: “La povertà esistenziale e la ricerca di senso”. Seguirà il 21 ottobre il prof. Ivo Lizzola, docente dell’Università di Bergamo – Dipartimento di Scienze Umane e sociali: “Le povertà relazionali nelle diverse età della vita”.

«Questo percorso segna una ripresa, come un nuovo inizio – sottolinea la referente dei Volontari La Ricerca, Anna Papagni – . I volontari non possono pensarsi soli, ma «insieme», lavorano insieme, vogliono essere un noi.  Questo vuol dire andare nella direzione di un pensiero comune, c’è un perché che dobbiamo trovare insieme. Non è un volontariato improvvisato, ma un volontariato tutelato, informato, formato. La solidarietà non si improvvisa e la buona volontà non basta. I volontari sono portatori di un messaggio ed è il risultato di un confronto e di una crescita reciproca». Per informazioni è possibile contattare La Ricerca al 348.8557985

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Perché fare volontariato? Scopriamolo insieme, diamoci una mano»
IlPiacenza è in caricamento