"Giardini da vivere", ecco le proposte per il futuro delle aree verdi nel quartiere Roma

I progetti per riqualificare e rivitalizzare le aree verdi del quartiere Roma, che l’amministrazione comunale sta realizzando con il coinvolgimento di numerose associazioni del territorio e con il sostegno della Regione Emilia Romagna

La presentazione del progetto

Sono state presentate le proposte per riqualificare e rivitalizzare le aree verdi del quartiere Roma, scaturite dal percorso partecipato del progetto “Giardini da vivere”, che l’amministrazione comunale sta realizzando con il coinvolgimento di numerose associazioni del territorio e con il sostegno della Regione Emilia Romagna.  I primi interventi, in previsione tra settembre/ottobre, riguarderanno la facilitazione di utilizzo dei Giardini Margherita da parte delle persone non vedenti e ipovedenti; l'installazione, alle entrate e in punti importanti del parco, di 5 targhette totali che illustreranno le particolari caratteristiche delle specie vegetali presenti e la storia dei Giardini.

«Quando è uscito il bando, abbiamo subito pensato di puntare  sui Giardini Margherita e Padre Gherardo, per insistere con le iniziative in queste aree», ha esordito Luca Zandonella, assessore alla Partecipazione. «C’è stata la partecipazione di tante associazioni, dell’università e della parrocchia: questo ci ha fatto capire la bontà della nostra scelta. C’è tanta voglia di partecipare attivamente nel quartiere». «L’obiettivo era quello di riappropriarsi e vivere più intensamente questa zona della città, che per diversi anni è rimasta tristemente nota non per fatti positivi» ha aggiunto l’assessore all’Ambiente, Paolo Mancioppi. «Questo primo percorso di partecipazione è stato un successo e ci ha fatto ulteriormente capire come quest’area vada ulteriormente valorizzata nel corso degli anni».

Le schede di progetto

Gli esiti del percorso sono stati restituiti attraverso delle 'schede' in cui sono stati dettagliati  le proposte e gli obiettivi principali che connotano ogni singola proposta. Di seguito una sitesi delle schede di progetto.

1) SCOPRIRE IL PARCO ATTRAVERSO I SENSI - I GIARDINI INTELLIGENTI: ACCESSIBILI E SICURI

La proposta consiste nel creare nei giardini un percorso accessibile e multisensoriale, dedicato al gioco, alla vita all’aria aperta, alla sicurezza

L’idea fondante il percorso sono l’accessibilità, l’inclusività e il gioco per tutti, garantendo a bambini e persone con differenti abilità (psichiche, cognitive e motorie) di poter godere dei giardini e dei suoi spazi. 

L’inclusività non è intesa come costruzione di un percorso per chi è in difficoltà, ma, al contrario, come occasione per dare vita nei giardini (in particolare nei Giardini Margherita) ad un itinerario accessibile a chiunque, immaginando percorsi, giardini sensoriali realmente accoglienti.

Il progetto è organizzato per fasi progressive, partendo dall'individuazione all’interno dei Giardini Margherita, di un percorso che accompagni in modo accessibile, informato e in sicurezza i cittadini e i turisti di Piacenza. 

Al contempo nel progetto si svilupperanno gli strumenti per favorire il raggiungimento in autonomia dei diversi punti di interesse anche da parte dei cittadini con disabilità visiva, uditiva, linguistica e motoria rendendo maggiormente inclusivi i Giardini.

Tale obbiettivo verrà raggiunto individuando spazi a misura di tutti, accessibili e pluri-sensioriali, promuovendo la multifunzionalità dei giardini, rimuovendo limiti, ostacoli e barriere architettoniche e garantendo un maggiore presidio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'iniziativa ha anche, tra gli obiettivi principali, la costruzione di una rete plurale di attori:  abitanti e famiglie dei quartieri, scuole, mondo associativo, esperti  della progettazione degli spazi aperti,  educatori e animatori, operatori di strada, facilitatori, operatori sociali, Enti locali (in relazione soprattutto ai Servizi che si occupano di progettazione e riqualificazione urbana).

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 29 anni travolto da un furgone pirata

  • Un 28enne di Cadeo la vittima del tragico incidente a San Giorgio. E' caccia al furgone bianco

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento