menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'incontro

L'incontro

«Periodo Covid-19 complesso ma i donatori non sono mai mancati»

L’Assemblea Annuale dei Soci dell’Avis Comunale di Piacenza si è svolta in forma mista in osservanza delle disposizioni di legge in materia Coronavirus

Si è svolta lunedì 29 giugno alle 18, nella sede di Via Campagna a Piacenza, l’Assemblea Annuale dei Soci dell’Avis Comunale di Piacenza. In Osservanza delle disposizioni di legge in materia di Covid-19, l’Assemblea si è tenuta  in forma mista, presenti nella sede i componenti del Consiglio Direttivo. I soci Avisini sono stati convocati tramite sms, coloro che hanno espresso il desiderio di partecipare, hanno ricevuto le credenziali per accedere all’Assemblea Annuale tramite la piattaforma in diretta Zoom.  

I donatori hanno aderito con entusiasmo ed hanno partecipato attivamente con domande in diretta ed hanno potuto esprimere il loro volere con votazione online. Il consiglio direttivo ha presentato ai propri donatori l’attività svolta nell’anno dalla sezione piacentina: è stato presentato il bilancio consuntivo 2019 ed il preventivo 2020.

Il presidente Giovanni Villa, appoggiato dal valido supporto dei suoi consiglieri, ha intrapreso diverse iniziative per promuovere la cultura del dono del sangue sul territorio piacentino.

L’Assemblea annuale è il momento in cui ci si confronta con i donatori, si tirano le somme sull’attività svolta e si parla di futuro, racconta Villa, si parla di cifre, numeri importanti che fanno sì che al Centro Trasfusionale non manchi mai il nostro sostegno. I donatori iscritti alla Sezione sono circa 2500, hanno raggiunto il traguardo di 4742 donazioni nell’ anno 2019. 

«Abbiamo attraversato un periodo molto complesso - sottolinea Giovanni Villa - il Covid 19 ha provocato enormi sofferenze, ma i donatori, nonostante tutto non sono mai mancati, sempre presenti, hanno risposto a tutte le chiamate di Avis, che ha proseguito la raccolta incessantemente per far fronte all’emergenza. Avis è in continua crescita e per questo sono state messe in campo risorse per la  formazione di  dirigenti e dipendente Avis. Guidare al meglio la sezione, trovare nuovi donatori ed essere presenti sul territorio per garantire una raccolta efficace e sicura, questi gli obiettivi che ci prefiggiamo ogni anno. Siamo attivi con il nostro sito https://piacenza.avisemiliaromagna.it/comunali/comunale-piacenza/ e con i social, che invitiamo i donatori a visitare e a seguire. L’Avis Comunale di Piacenza è in continua evoluzione, dall’inizio dell’anno si è costituito un gruppo giovani all’interno della sezione, quando la situazione di emergenza sarà rientrata e sarà possibile organizzare nuove iniziative, i ragazzi creeranno eventi per sensibilizzare i loro coetanei» conclude il presidente Villa.

Nel corso del 2019 diverse le iniziative svolte,   grazie al prezioso aiuto di tutti i Consiglieri, Avis ha potuto essere presente in modo costante sul territorio Piacentino, offrendo all’Associazione una buona visibilità agli occhi della cittadinanza. Le attività più rilevanti: Il Torneo di Calcetto a San Lazzaro, Il Torneo di Volley Avis Piacenza Università Cattolica, Camminata delle Associazioni, Venerdì Piacentini,  Torneo delle Forze Armate, Futuro in Salute, Natale Al Maruffi,  non ultima la nostra bella festa, 65° di fondazione al Salone degli Arazzi del Collegio Alberoni. 

Nel Corso del 2019 abbiamo sostenuto Telethon, Special Dream Team, Assofa.   E’nata anche la squadra di Volley Avis Unicatt, composta da alcuni ragazzi della nostra area giovani.

Tutta la programmazione del 2020 è stata cancellata, ed anche l’annuale festa del donatore si svolgerà in maniera virtuale. Giovanni Villa sottolinea che, nonostante la criticità del periodo, il consiglio di Avis ha deciso seppur con modalità anomala rispetto alla tradizionale festa, i donatori che hanno maturato i requisiti per essere premiati, riceveranno la benemerenza. La data della festa del donatore 2020 è stata fissata per il giorno 19 settembre, alla quale i donatori potranno partecipare “direttamente dal loro salotto”.

«Rischiando di essere ripetitivi, ancora una volta desideriamo ringraziare tutti i donatori, che nonostante la criticità del momento hanno risposto in maniera importante alla chiamata di Avis. Ringraziamo anche tutti coloro che in questo periodo si sono avvicinati ad Avis e sono diventati donatori».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento