Piacenza Expo, da venerdì nella struttura di Le Mose le udienze della Corte d’Assise

Con l’attività fieristica ridotta a zero, la società di Le Mose si appresta ad iniziare una nuova collaborazione con il Tribunale cittadino

Il sopralluogo del Tribunale

Anche in tempi di emergenza sanitaria, con l’attività fieristica ridotta a zero come stabilito dalle attuali disposizioni normative in tema di tutela della salute, Piacenza Expo continua la propria opera a favore del territorio.  Dopo aver messo a disposizione dell’Azienda Sanitaria Locale, la scorsa primavera, il proprio parcheggio per i tamponi “drive through” e dopo aver allestito, negli ultimi tre mesi, nei locali dei Padiglione 3 gli ambulatori per l’effettuazione dei tamponi e per la campagna di vaccinazione antinfluenzale, la società fieristica di Le Mose si appresta ora ad iniziare una nuova collaborazione con il Tribunale di Piacenza. A seguito di alcuni sopralluoghi effettuati nelle scorse settimane, infatti, i vertici degli Uffici Giudiziari piacentini hanno scelto Piacenza Expo come sede, almeno fino alla fine di marzo, delle udienze in corte Corte d’Assise e per il processo relativo alla ben nota vicenda della Caserma Carabinieri Levante. A partire da venerdì 15 gennaio, infatti, tali udienze - al fine di garantire il rispetto del distanziamento interpersonale e delle attuali disposizioni normative in tema di tutela della salute - si svolgeranno nella Sala Convegni “Luigi Gatti” del quartiere fieristico piacentino, mentre l’Ufficio dei Giudici verrà temporaneamente allestito nell’attigua Sala C.

«Ho sempre parlato di quartiere fieristico a servizio del territorio - ha commentato l’Amministratore Unico di Piacenza Expo, Giuseppe Cavalli, al termine dell’ultimo sopralluogo svoltosi alla presenza del presidente del Tribunale, Stefano Brusati, di altri magistrati degli Uffici Giudiziari della nostra città e del Direttore della società fieristica Sergio Copelli - e questa nuova collaborazione, dopo quella ormai collaudata con l’Azienda Sanitaria, ne rappresenta un’ulteriore conferma. L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo ha imposto nuovi standard di sicurezza e le nostre strutture hanno tutti i requisiti per garantire la continuazione di alcune attività, come quella della Corte d’Assise, che difficilmente potrebbero proseguire con gli stessi canoni degli scorsi anni. Siamo lieti di questa collaborazione di cui ringrazio il presidente Brusati, ma anche il personale di Piacenza Expo che si è occupato di tutti gli aspetti tecnici e organizzativi».
«Siamo riusciti a risolvere questo problema in tempi rapidi - ha precisato il Presidente Brusati - in modo da garantire la continuità dell’importante lavoro della Corte d’Assise. Ringrazio Piacenza Expo per la disponibilità, per l’ottima organizzazione e per averci messo a disposizione una sede ideale».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento