«La sicurezza in bici evita incidenti». Per un mese sconti e check up gratuiti sulla bicicletta

Presentata l'iniziativa per sensibilizzare la cittadinanza all'uso della bicicletta in sicurezza e secondo le norme del codice della strada. Sconti e verifiche gratuite dei mezzi nei negozi aderenti di città e provincia

La presentazione

Nella mattina di lunedì 13 maggio è stata presentata l’iniziativa “Pedala in sicurezza”, organizzata dall’associazione Cicli e Motocicli Piacenza e Provincia aderente a Confcommercio Piacenza, che ha lo scopo di sensibilizzare la cittadinanza all’utilizzo in sicurezza delle biciclette che molto spesso circolano non a norma di legge, rischiando di mettere seriamente in pericolo sé stessi e gli altri. 

A partire dal 20 maggio fino al 23 giugno, tutti i cittadini interessati potranno recarsi dai rivenditori aderenti all’iniziativa per effettuare una verifica gratuita della propria bicicletta, in particolare delle parti frenanti, dell‘impianto luci e acustico secondo le norme previste dal codice della strada. I negozi che partecipano all’iniziativa applicheranno una scontistica sull’eventuale intervento di manodopera o sui pezzi di ricambio necessari.

«Spero che questo sia l’inizia di un percorso di sensibilizzazione all’utilizzo della bicicletta in città, per ravvivarla e per prestare attenzione alle sempre maggiori tematiche ambientali» ha introdotto l’assessore alo sport, Stefano Cavalli.

«E’ un’iniziativa alla quale tengo particolarmente e sarà la prima di una lunga serie: la sensibilità su questo argomento è sempre molto elevata e la bicicletta resta il mezzo di trasporto più bello per godersi la città» ha continuato il presidente di Unione Commercianti, Raffaele Chiappa.

«Abbiamo rinnovato questo progetto che era già stato fatto 10 anni fa. Ci sono cose tecniche obbligatorie che vanno sistemate e controllate, nonostante molta gente se lo dimentichi: è giusto prendere coscienza della sicurezza propria e degli altri» ha detto la presidente dell’associazione Cicli e Motocicli, Sandra Biondi.

«Molti incidenti, tralasciando le componenti tecniche, si verificano anche perché non siamo dotati del senso civico che hanno all’estero: non utilizziamo né le pettorine catarifrangenti, né il casco. I dispositivi salvavita esistono, tocca a noi utilizzarli» ha concluso Rossana Tizzoni del negozio Tuttociclismo Tizzoni.

Aderiscono al progetto:

Biondi&Pallavera - via Boselli 6 

Campelli - via Borghetto 2

Raschiani - via Curiel 1/B (San Nicolò)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tuttociclismo Tizzoni - via Cella 39/A

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento