rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Sicurezza

Piacenza sempre più controllata: ecco come funziona il sistema comunale delle telecamere

Avviata la richiesta per installarne di nuove in altri punti strategici della città

Sono attualmente 138 le telecamere “di contesto” attive sul territorio comunale di Piacenza. Un numero di dispositivi che sale a 193 se si considerano anche le telecamere per la lettura delle targhe, per i varchi Ztl e Apu, le telecamere mobili, quelle dei cosiddetti semafori intelligenti, i ponti radio e i server. Numero che potrebbe salire di ulteriori 18 telecamere qualora il Ministero dovesse accogliere un progetto ad hoc preparato dal Comune, e in particolare dalla Polizia locale, e approvato questa mattina in sede di Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. Sarà ora la Prefettura a inoltrarlo al Ministero e se arriverà l’ok, Piacenza potrà dotarsi di ulteriori 18 telecamere d’ultima generazione di cui 14 per la lettura targhe e 4 di contesto; una dotazione importante nell’ottica, tra l’altro, di implementare il controllo degli accessi e delle uscite dalla città.

E, sempre in tema videosorveglianza, il Comune di Piacenza – con delibera che verrà discussa in Giunta il prossimo venerdì - intende presentare domanda di accesso al fondo ministeriale per il potenziamento di iniziative di sicurezza urbana per l’acquisto di apparati tecnologici e di sistemi da installare nella Sala operativa della Polizia locale dedicati anche all’interconnessione della stessa Sala con una nuova Control Room-SOC (Security Operations Center) per l’implementazione del sistema di videosorveglianza e per la connessione con le sale operative delle altre forze dell’ordine.

Tornando ai 193 dispositivi installati sul territorio piacentino, il dato riguarda quelli che risultano attualmente in funzione al termine della mappatura e del piano di interventi di manutenzione e riparazione gestiti da un apposito tavolo di lavoro voluto dalla sindaca Katia Tarasconi e coordinato dal direttore generale del Comune Luca Canessa; tavolo che negli ultimi tre mesi ha visto la partecipazione operativa del comandante della Polizia locale Mirko Mussi oltre che dei dirigenti e degli specialisti di vari settori dell’ente: Lavori pubblici, Patrimonio, Infrastrutture e servizi informativi.

Dall’esigenza di ripristinare il funzionamento della telecamera di vicolo del Guazzo, espressamente segnalata dalla sindaca, l’Amministrazione ha ritenuto di “fare il punto” della situazione in città e in tutto il Comune con riferimento alle telecamere già installate ma che, in alcuni casi, risultavano non attive o malfunzionanti, anche perché si è trattato di far “dialogare” sistemi tecnologici diversi, installati nell’arco di anni, il tutto nel rispetto delle normative – sempre più stringenti - in tema di privacy e in tema di cyber security.

Il lavoro del tavolo, che tutt’ora si svolge con cadenza regolare, ha previsto una serie di interventi sul territorio, anche riguardanti la pianificazione di ulteriori dispositivi da installare o per i quali è necessario una dislocazione diversa e più funzionale rispetto a quella attuale.

Nel dettaglio, sono 122 le telecamere di contesto (ovvero quelle che registrano h24 tutto ciò che avviene nel loro “campo visivo”) attualmente installate tra città e frazioni. A queste si aggiungono altre 16 telecamere, sempre di contesto, installate presso lo Stadio comunale.

Sono invece 21 le telecamere di lettura targhe, 17 quelle poste ai varchi della Ztl (Zona a traffico limitato), ai varchi Apu (Area pedonale urbana) e a controllo delle corsie preferenziali. Due le telecamere mobili a disposizione del personale comunale, 7 quelle “semaforiche”. E’ inoltre a disposizione un drone per rilevazioni particolari dall’alto per il quale operatori della Polizia locale hanno seguito appositi corsi di formazione e abilitazione. A questi dispositivi si aggiungono 5 ponti radio, ai quali si collegano alcune delle telecamere attive in città e nelle frazioni, e due server.

E’ infine in programma l’installazione di tre telecamere di contesto nell’ambito del progetto #Ontheroad. E ancora, verranno installate anche una telecamera di contesto per il controllo dell’area di via Caorsana-Strada Torre della Razza, due telecamere di contesto presso lo Stadio comunale e tre dispositivi ai varchi Ztl, Apu e corsie preferenziali.

Da segnalare inoltre l’istituzione in seno alla Polizia locale di una Unità operativa specializzata nella gestione dei sistemi di videosorveglianza e degli apparati tecnologici; unità composta da due tecnici e da due operatori di polizia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza sempre più controllata: ecco come funziona il sistema comunale delle telecamere

IlPiacenza è in caricamento