Attualità Centro Storico / Piazza della Cittadella

«Via Cittadella pedonale, giardini e area food», la piazza “ideale” secondo commercianti ed esercenti

Il possibile rilancio della Cittadella visto da chi la vive ogni giorno, dal fiorista presente da tre generazioni ai titolari di alcuni bar, tutti concordi sul futuro dell'ex biglietteria: «Troppo degrado, va demolita»

Via Cittadella

Via Cittadella ad uso esclusivo dei pedoni, un’ampia zona food a cielo aperto dove consumare prodotti tipici locali e tanto verde: è il mosaico della piazza Cittadella “ideale” - mentre prosegue il dibattito pubblico sui progetti futuri per l’area - composto assemblando i desideri e le proposte di alcuni dei commercianti e degli esercenti che vivono quotidianamente questa porzione di centro storico cittadino. «Siamo qui da tre generazioni» spiega il fiorista Antonello Ferrari (nella foto)al lavoro da 41 anni, mostrando dal telefono cellulare una fotografia in bianco e nero che ritrae una veduta della piazza ai tempi dell’apertura. «Allora c’erano giardini ben curati e fiori. Questo è un ingresso della città, chi arriva dovrebbe trovare una bella area verde e niente parcheggi, che andrebbero realizzati magari nella zona del Daturi o del laboratorio Pontieri; almeno questo è quel che immagino io anche se ho poche prospettive, ancora due o tre anni e vado in pensione».

                       EF4F4797-FEBC-4CEB-A92E-1C30F53079E7-2

Nella visione dello storico negoziante anche la demolizione dell’ex biglietteria della stazione degli autobus, punto che accomuna tutti gli intervistati: «Va buttata giù, c’è troppo degrado, la zona è malfrequentata soprattutto di sera e ci sono pochi controlli» sottolineano Cinzia Bersani del negozio di alimentari e Simone Esposito, da dieci anni titolare del Mania Food, entrambi situati lungo il tratto finale di via Cittadella, a poche decine di metri dalla piazza.

                        30341059-E9E2-4531-B44E-6CCD492B03A8-2

«Siamo in prossimità di Palazzo Farnese, questo parte di strada dovrebbe diventare pedonale; nonostante sia vicina anche a piazza Cavalli resta sempre tagliata fuori da tutte le iniziative, come i venerdì piacentini» spiega l’esercente, che ha ben chiaro cosa vorrebbe vedere in Cittadella: «Sarebbe bello creare un’area food a cielo aperto, come è ormai presente in tante altre città, una zona verde curata e attrezzata, con sedute per poter consumare il cibo d’asporto e punti ristoro dedicati ai prodotti tipici locali. Potrebbe ospitare anche degli eventi». A pochi passi di distanza c’è il bar-tabacchi di Davide D’Aquila (nella foto) della stessa opinione dei “vicini” su area pedonale e spunti per la valorizzazione: «Servirebbero a ricreare un’atmosfera che ora manca».

                       F73DAA38-E4A4-45D7-93D5-F9CD57AD9648-2

«Personalmente vorrei vedere un po' di verde e una maggiore fruibilità della piazza – racconta Francesco D’Amicodatri di Games Academy (nella foto), la cui vetrina affaccia sulla struttura prima adibita a biglietteria: «Di sicuro non vorrei trovare qui di fronte un cratere aperto, magari per anni, prima di vederlo ultimato. La pedonalizzazione, invece «potrebbe essere un’arma a doppio taglio» dal punto di vista del commerciante: «Va bene realizzarla, ma solo se può contare su un ampio parcheggio vicino».

                         38D46811-7A41-4670-B64B-B3578720367D-2

«Questo edificio va abbattuto - prosegue - non solo è un “obbrobrio”, ma è anche pericoloso». Il marciapiede che circonda l’ex biglietteria appare sconnesso, con buche, avvallamenti e cubetti di porfido disseminati lungo la pavimentazione. «Nei mesi scorsi dagli alberi è caduto un ramo che è finito sulla mia automobile, danneggiandola».

                      F89B9E13-A0C6-4D5B-B417-9535F9BAD61D-2

L’idea dei posti auto sotterranei non l’ha mai convinto per eventuali costi, possibili intralci e tempi di esecuzione, già evidenziati anche dagli altri soggetti intervistati. «Non ho grosse pretese, basterebbe poco – aggiunge Michele Garioni dalla soglia del salone da parrucchiere in cui è presente da 21 anni, affacciato su un fianco dell’ex biglietteria, anche a suo dire da «radere al suolo»: «Vorrei solo un’area in ordine e pulita - anche per il decoro di Palazzo Farnese - a disposizione dei turisti e dei piacentini, invece di una struttura che permette il vivacchiare del degrado».

                        F2A98ABE-4816-484E-A4BF-B3C93047036D-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Via Cittadella pedonale, giardini e area food», la piazza “ideale” secondo commercianti ed esercenti

IlPiacenza è in caricamento