Attualità

“Plastic free – Il Gioia si differenzia”: gli studenti illustrano le novità della raccolta differenziata ai compagni di prima e seconda

La scuola, dotata da tempo di un piano di raccolta differenziata, ha dato vita ad una precisa razionalizzazione e a un efficace riordino della raccolta, anche per adeguare le procedure e i contenitori presenti alle nuove normative e colori europei

Al Liceo Gioia è entrata oggi nel vivo la fase operativa del progetto Plastic free, che prevede la riorganizzazione della separazione dei rifiuti all’interno dell’Istituto. La scuola, dotata da tempo di un piano di raccolta differenziata, ha dato vita ad una precisa razionalizzazione e a un efficace riordino della raccolta, anche per adeguare le procedure e i contenitori presenti alle nuove normative e colori europei.

La particolarità è che tutte le tappe dell’iniziativa sono state ideate e realizzate direttamente dai ragazzi, in particolare dalla 2 linguistico D, con il fattivo supporto del Dirigente Mario Magnelli, la guida del team di docenti del Progetto "Scienza con Gioia" e il coordinamento del prof. Alessandro Sozzi. Lo scorso anno gli alunni hanno partecipato a corsi di formazione tenuti dagli esperti di vari Enti, come Legambiente ed IREN, per riconoscere le tipologie dei rifiuti e il loro trattamento. E quest’anno, nonostante le difficoltà legate alla pandemia, si sono attivati con entusiasmo.

Diverse le novità messe in campo: in tutte le classi sono stati sostituiti i contenitori della carta e della plastica, adeguandoli alla normativa europea, ed è stato affisso un cartellone esplicativo, che i ragazzi hanno scelto di battezzare come il “Rifiutologo”. La grafica è stata ideata dai ragazzi della 3 scientifico E, con la guida della docente Elena Gabbiani. Nelle aree comuni – tra cui corridoi, aree di ricreazione, scale interne e adiacenze del bar, individuati come punti strategici – i ragazzi si sono impegnati a razionalizzare e riorganizzare i punti di raccolta con contenitori adeguati; e anche qui è stato affisso il vademecum del Rifiutologo. 

La gestione dei rifiuti all'interno del liceo Gioia è stata sempre al centro dell'attenzione, tanto che lo scorso anno, nell'ambito del Progetto "Scienza con Gioia", l'attuale 2 classico A ha realizzato un monitoraggio della raccolta differenziata, insieme alla prof.ssa Ridvana Tyli.

Realizzato anche un video informativo che mostra come eseguire correttamente la raccolta differenziata e cerca di spiegare attraverso l'immaginazione dei ragazzi l’assoluta urgenza di tutela ambientale, alla quale tutti siamo chiamati a contribuire; il filmato vede protagonisti gli stessi studenti, che ne hanno studiato i contenuti e lo hanno realizzato all’interno della scuola. 

Le classi interessate da questa prima fase sono in particolare le prime e le seconde, per le quali questa mattina si è svolto un incontro informativo, della durata di circa 10 minuti, tenuto dagli alunni della 2 linguistico D, responsabili del progetto Gioia for future. Una formazione “peer to peer” – da studente a studente – molto apprezzata dai diretti interessati.

"Una giornata impegnativa ma anche entusiasmante", "Il giusto coronamento di tutto il lavoro svolto", "Il nostro video è stato particolarmente apprezzato, tanto che una classe alla fine anche ha anche applaudito", "La speranza è che tutti, all'interno della scuola, ma non solo, si impegnino nella salvaguardia dell'ambiente attraverso un gesto semplice come la raccolta differenziata": questi alcuni dei commenti dei ragazzi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Plastic free – Il Gioia si differenzia”: gli studenti illustrano le novità della raccolta differenziata ai compagni di prima e seconda

IlPiacenza è in caricamento