Podenzano, a breve i lavori per la caserma. La minoranza: «I costi sono aumentati»

Il gruppo di opposizione “Cominciamo il Futuro” contesta la modifica al progetto

A breve partiranno i lavori per la realizzazione della Caserma dei Carabinieri nel Comune di Podenzano. L’intervento rientra nel Piano di Recupero della Ex Gabbiani, storica ditta podenzanese, che verrà sostituita da un grosso centro commerciale. L’accordo tra il Comune e il soggetto attuatore prevede anche la realizzazione, su un’area di proprietà comunale fuori comparto, di opere edili necessarie alla costruzione della Caserma per un importo di circa 550.000 euro, mentre i lavori per il completamento dell’opera saranno sostenuti direttamente dal Comune. Relativamente al progetto i consiglieri del gruppo di opposizione “Cominciamo il Futuro” - Matteo Sbruzzi e Riccardo Sparzagni - intendono esprimere alcune considerazioni con il seguente comunicato: «A Luglio 2017 il Sindaco, con tanto di proiezione, ha presentato in consiglio Comunale il progetto della Caserma dei Carabinieri. L’intervento prevedeva la realizzazione di una struttura di 1.000 mq di superficie per un importo complessivo di quasi 1.200.000 euro, con una quantificazione delle spese direttamente sostenute dal Comune prossima ai 650.000 euro. Oggi, a distanza di un anno, il progetto è stato modificato. La superficie della caserma è stata ridotta a 800 mq e i costi di realizzazione sono lievitati a 1.400.000 euro. Un aumento di ben 200.000 euro totalmente a carico del Comune, che ha già stanziato gli 850.000 euro necessari al finanziamento dell’opera. A fronte della riduzione degli interventi era logico attendersi una riduzione dei costi, invece, come spesso accade per i lavori pubblici, i costi sono aumentati. Tanto paga pantalone. La Caserma è indubbiamente un’opera importante per Podenzano, tuttavia ci sono altri interventi inseriti nel piano delle Opere Pubbliche che non sono ancora stati realizzati per mancanza di fondi. Ci riferiamo ai lavori previsti per la scuola di San Polo, che per l’ennesima volta sono stati posticipati in attesa dei finanziamenti necessari. Ci auguriamo che la realizzazione della Caserma arrivi a compimento senza ulteriori aggravi di costo e ci impegniamo a sollecitare l’Amministrazione Comunale affinché dia finalmente una risposta ai cittadini di San Polo che da anni lamentano le gravi lacune dell’edificio scolastico».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento