Podenzano entro l'estate avrà il suo bosco riqualificato

Il sindaco Piva: «Riqualifichiamo l’area boschiva di Fornace Vecchia, nei pressi del torrente Nure. Diventerà l'area di svago e di tempo libero per i podenzanesi»

l'area di Fornace Vecchia

Per l’estate 2021 Podenzano potrebbe avere a sua disposizione il suo parco. Con un contributo importante della Regione (102mila euro) arrivato lo scorso anno, il Comune di Podenzano ha l'intenzione di riqualificare l'area della Fornace Vecchia, nella zona di San Rocco, nei pressi del torrente. Si tratta di un bosco di pianura da 16 ettari di superficie complessiva che necessita di interventi, per conservare gli habitat naturali, la biodiversità e per la sistemazione di alcune strutture presenti al suo interno. L’intervento di valorizzazione naturalistica e turistica dell’area già inserita tra i siti di pregio della Rete Natura 2000 è da tempo nel mirino dell’Amministrazione del sindaco Piva.

L’area era di proprietà di Ireti (Iren), che si è resa disponibile a concederla gratuitamente al comune di Podenzano. All’interno dei 16 Alessandro Piva-6ettari sono presenti un capanno della caccia e un’ex abitazione del custode, oltre a una galleria filtrante che captava l’acqua dal torrente Nure per la città. Pur in degrado da anni – anzi, decenni - il bosco di Podenzano riveste particolare interesse naturalistico per la presenza di specie rare e protette come le orchidee indigene (Cephalantera longifoliaa, orchis morio, Ophrys fuciflora e Anacamptis pyramidalis). Di grande valore, inoltre la presenza di querce nello strato arboreo dominante, tra cui Roverella (quercus pubescens), Rovere (Quercus petraea), Cerro (quercus cerris) Quecus delechampii. Particolarmente ricca anche la fauna: notevoli le nidificazioni al suo interno.

«È una rarità un bosco del genere in pianura – commenta il sindaco Piva -. La Regione ci ha concesso il contributo, il Comune di Podenzano pagherà l’Iva dell’intervento. Al suo interno sistemeremo dei percorsi di passaggio per andare a piedi e in bicicletta. È una zona ricca dal punto di vista ornitologico, ci aspettiamo l’arrivo di appassionati anche da Piacenza e dagli altri paesi». Covid permettendo la volontà è di averlo a disposizione entro l’estate 2021, i lavori verranno eseguiti dalla primavera. «Magari non saranno finite tutte le opere, però vogliamo renderlo fruibile per l’estate. Recupereremo il vecchio capanno per i servizi igienici e installeremo tutta la cartellonistica necessaria per la fruizione dell'area».

Ogni anno passa di qui la tradizionale Marcia della Befana. «Da tempo inseguivamo questo progetto di recupero. Sarà un’area – fa sapere Piva - dove passare il tempo libero e stare in mezzo alla natura. Collegheremo Podenzano al bosco: c’è una ciclabile fino a Case Gatti, proseguiremo nella sistemazione per tutto il percorso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento