rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Attualità Ponte dell'Olio

Chiesa: «Solo luci Led per i 1300 pali del territorio»

Il sindaco di Pontedellolio: «Il bando per l’illuminazione pubblica da 1,8 milioni di euro è il progetto più importante del mandato». Comune vicino alla svolta per l’ex strada Sift

«Lo ritengo il progetto più importante del mandato della mia Amministrazione». Così Alessandro Chiesa, sindaco di Pontedellolio, commenta il bando da 1,8 milioni di euro per rifare l’illuminazione pubblica dell’intero territorio comunale. «In questi giorni – spiega il primo cittadini pontolliese – sono in corso le attività di aggiudicazione del contratto, dopo che si è svolta la gara». In corsa c’è un’unica società, la “Getec”. «Riqualificheremo tutti i lampioni e le luci del territorio (stiamo parlando di 1300 pali distribuiti tra il capoluogo e le frazioni) con impianti a luci Led. Ma non solo, il nuovo bando ci consentirà di avere anche allacci a scomparsa per la fornitura elettrica ai mercati, alle fiere e agli eventi di via Primo Maggio e via Veneto, e anche alcune telecamere per la videosorveglianza, più aree di Wifi libero nel capoluogo e in alcuni paesi». Nel bando anche l’illuminazione degli attraversamenti pedonali sulla statale e sulla provinciale. «Con questo bando, avremmo un risparmio di consumi di energia elettrica del 60%». Un risparmio sui consumi: sui costi è tutto in evoluzione, a causa della crisi energetica.

IMPIANTISTICA SPORTIVA E PALAZZETTO

Chiesa brinda anche per le migliorie a favore dell’impiantistica sportiva. Grazie ai fondi arrivati all’Unione montana sarà possibile installare luci a led e nuovi termostati anche al palazzetto dello sport di via Boggiani. In aggiunta, anche un campo da padel utilizzabile sia in estate che in inverno.

Il palazzetto dello sport, dopo lo stop estivo, riapre? «Sta partendo la nuova stagione sportiva. Andremo avanti ancora un anno con la gestione diretta del palazzetto, per razionalizzare le utenze. I primi sei mesi dell’anno scorso sono stati sperimentali: questa stagione ripartiamo riportando gli sport a Ponte. Collaboreranno con noi Piace skaters per il pattinaggio, River Volley 2001 con giovanili e minivolley, Bakery Piacenza per il minibasket. Attendiamo, inoltre, la conclusione degli interventi sul palazzetto – siamo alle rifiniture - per riportare spinning e danza nei nuovi locali».

RINCARI ED ENERGIA, LE RIFLESSIONI DEL SINDACO

A Gragnano, ad esempio, il sindaco Patrizia Calza ha deciso di spegnere alcuni lampioni. «Se la situazione non cambia, pure il nostro Comune non ce la fa. Quanto fatto dalla collega Calza è un “estrema ratio”, ma prendiamo anche noi in considerazione la possibilità di spegnere i lampioni o abbassare la temperatura degli immobili. Per garantire il proseguimento dei servizi e non toccare la pressione fiscale».

A fine settembre l’Amministrazione presenterà una variazione di bilancio. «Sarà importante, proprio per fare fronte ai costi energetici in più. Con il nuovo operatore dell’energia elettrica discuteremo anche di questo, inoltre dal nuovo Governo attendiamo risposte».

Sindaco, sui social è stato spesso critico nei confronti del Governo uscente. Perché? «Sottolineo le criticità che vivono gli enti locali. Avremmo meritato più stanziamenti di risorse o quantomeno una revisione delle regole per la pubblica amministrazione, come il ritardo dell’accensione serale e mattutina delle luci, che ci consentirebbe di risparmiare. Sono discorsi che andavano affrontati per tempo. Oppure azioni come la sospensione dei mutui, provvedimenti già attivati durante la pandemia. Ma anche la possibilità di ridurre gli accantonamenti di bilancio. Purtroppo è mancata attenzione e sensibilità. Speriamo che il nuovo Governo sia diverso».

LA STRADA DELL’EX SIFT

Il sindaco fa sapere anche di essere «vicino ad punto di svolta» per il percorso di collegamento dell’ex Sift, la strada tra via San Bono e via Ambrosoli. «Si tratta di una questione che va avanti da 15 anni, per recuperare quell’arteria: consentirebbe  di agevolare la viabilità interna al paese e scaricare un po’ di traffico dalla statale 654». Si tratta di una vicenda che ha messo in mezzo fallimenti e liquidazioni.  «Contiamo di iniziare i lavori nell’estate 2023. Siamo riusciti a sanare alcune criticità infrastrutturali nella rete sotterranea  e risolvere le questioni legali alla base dei rallentamenti. Al di là di una piccola parte legata ad una liquidazione non ancora conclusa, che però non ci ostacola, riteniamo che si possano avviare i lavori».

LE FORNACI E LA MENSA

Pontedellolio è il primo comune degli esclusi in Emilia-Romagna per il bando dedicato ai borghi. «Puntavamo ad ottenere 1,6 milioni di euro per il completamento del progetto delle Fornaci. Speriamo che ci siano risorse aggiuntive in futuro, come primo comune escluso, auspichiamo in uno scorrimento della graduatoria». È invece stato presentato il progetto per la nuova mensa delle scuole elementari. «Sarà una cucina moderna, efficiente e funzionale, speriamo di ottenere le risorse necessarie dal Pnrr per realizzare questo obiettivo».

Alessandro Chiesa 2-2-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiesa: «Solo luci Led per i 1300 pali del territorio»

IlPiacenza è in caricamento