Attualità Carpaneto Piacentino

Profughi: «Condizioni di gestione del centro di Carpaneto non ottimali, verranno trasferiti»

Entro ottobre la struttura che li ospita in via Rossi verrà sgomberata del tutto. Il sindaco Andrea Arfani: «Su alcuni aspetti non è possibile transigere»

I richiedenti asilo ospitati nella struttura di via Rossi a Carpaneto, gestita da una cooperativa Bergamasca con sede a Milano, verranno trasferiti. Su ordine del sindaco Andrea Arfani, entro ottobre l’abitazione verrà sgomberata del tutto. I motivi di questa decisione li spiega lo stesso primo cittadino: «Spesso abbiamo rilevato che le condizioni di gestione del centro di Carpaneto non fossero ottimali, per numero di persone. Questo poteva rappresentare un problema, in termini di capienza dell'edificio, e della sua portata. Su alcuni aspetti non è possibile transigere, e il compito di un ente è far notare quando qualcosa non va. Questo viene fatto per tanti ambiti».

Andrea Arfani-2«Ecco che allora è iniziato un dialogo, fruttuoso e leale, tra il Comune e la Prefettura – prosegue Arfani -, che si è articolato in diversi sopralluoghi e incontri, cui hanno preso parte, insieme al sottoscritto, Maria Cristina Castagnetti e Paola Campopiano, per cercare di individuare insieme le soluzioni. In questi giorni apprendiamo che le condizioni riscontrate hanno necessitato una chiusura anticipata. Non si tratta ora di esultare, perché non è una conquista: è solo il risultato della volontà, di tutti i soggetti coinvolti, di vedere rispettate regole necessarie, imprescindibili». Conclude il sindaco di Carpaneto: «Quale sarà la sorte del centro a oggi non è possibile saperlo. Sicuramente è stato fatto presente che la nostra comunità ha già fatto la sua parte, in modo maturo e responsabile».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi: «Condizioni di gestione del centro di Carpaneto non ottimali, verranno trasferiti»

IlPiacenza è in caricamento