rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cultura

Promozione reciproca: accordo tra il Farnese e il museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma

Lo annunciano il sindaco Patrizia Barbieri e l’assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi: «Con i fatti abbiamo ribadito come i musei non debbano essere meri contenitori espositivi di opere, ma luoghi vivi, frequentati, aperti e di scambio»

«Tutti i cittadini piacentini potranno visitare il meraviglioso Museo Nazionale Etrusco di Roma con uno specifico sconto dedicato». Lo annunciano il sindaco Patrizia Barbieri e l’assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi, aggiungendo: «Con la delibera che abbiamo voluto approvare questa mattina in Giunta, anche i visitatori di Villa Giulia potranno visitare i nostri musei a condizioni agevolate, incentivando così la conoscenza del nostro patrimonio fuori dai confini provinciali e dando un’opportunità ai cittadini piacentini».

“Tular Rasnal” è un'antica espressione etrusca, solitamente tradotta con la locuzione “Confine d'Etruria”, ma è anche il titolo della convenzione (che sarà sottoscritta dal dirigente del Servizio Musei Antonella Gigli) di cui la Giunta comunale ha approvato lo schema, a sancire la sinergia tra i Musei Civici di Palazzo Farnese e il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma. Si tratta di un progetto che evoca, a partire dal nome, la diffusione della cultura etrusco-italica come strumento di collaborazione e promozione, attraverso reperti e collezioni, di valori condivisi.

«Siamo orgogliosi – sottolineano sindaco e assessore – che l'Amministrazione stringa un accordo con una delle più prestigiose istituzioni museali del nostro Paese, nell'intento condiviso di valorizzare le rispettive collezioni, a partire da un reperto unico e di straordinario rilievo storico qual è il nostro Fegato Etrusco. Questo è il frutto di un lavoro incessante che stiamo facendo nello stringere relazioni con le principali istituzioni culturali nazionali e non solo. Ci fa particolarmente piacere poterlo annunciare nel giorno in cui il direttore del Museo di Villa Giulia, Valentino Nizzo, sarà protagonista di un'interessante conferenza nell'ambito della rassegna “Viaggio nel tempo con l'Archeologia”, che sta andando proprio nella direzione di ampliare gli orizzonti, creando opportunità di dialogo e confronto con le più importanti realtà museali italiane, tenendo al centro Piacenza».

A partire dalla sottoscrizione dell'intesa, i cittadini residenti a Piacenza potranno accedere al prezioso patrimonio di Villa Giulia con diverse agevolazioni, a cominciare dal biglietto ridotto a 8 euro (anziché 10) per il Museo Etrusco, con tariffa a 3 euro (anziché 4) per l'ingresso agli splendidi ambienti della Villa. La riduzione dei costi varrà anche per gli abbonamenti: annuale intero a 16 euro anziché 24, ridotto a 8 euro invece di 12; semestrale intero a 12 euro anziché 16, ridotto a 6 euro invece di 8; trimestrale intero a 10 euro anziché 12, ridotto a 4 anziché 6.

Reciprocamente, a tutti i visitatori dei Musei Civici di Palazzo Farnese che si presenteranno con un tagliando d'ingresso o un abbonamento al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, sarà riconosciuta una riduzione del 20% sull'ingresso alle sale della mole vignolesca: biglietto intero a 6.40 euro anziché 8, ridotto a 4 (invece di 5) e, in caso di accesso a una singola sezione, tariffa scontata a 2.40 euro anziché 3.

«La convenzione – rimarcano il sindaco Barbieri e l'assessore Papamarenghi – non solo è in linea con l'impegno costante e prioritario che abbiamo perseguito in questi anni, volto a rendere la cultura sempre più aperta e inclusiva, ma risponde al piano strategico di valorizzazione e innovazione del nostro patrimonio culturale, storico e artistico. Con i fatti abbiamo ribadito come i Musei non debbano essere meri contenitori espositivi di opere, ma luoghi vivi, frequentati, aperti e di scambio: instaurare relazioni con le altre istituzioni museali del nostro Paese, a maggior ragione di altissimo livello come il Museo di Villa Giulia, significa proprio questo, contribuendo a far conoscere ulteriormente, al di fuori del nostro territorio, il valore delle collezioni piacentine».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Promozione reciproca: accordo tra il Farnese e il museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma

IlPiacenza è in caricamento